“Mucca pazza”: niente allarmismi. I controlli sono efficaci e funzionano

“Mucca pazza”: niente allarmismi. I controlli sono efficaci e funzionano

Bisogna evitare allarmismi inutili e dannosi. Il caso di Livorno è isolato e soltanto il secondo registrato nel nostro Paese e, quindi non deve suscitare alcuna preoccupazione. I controlli
sono ferrei e funzionano. A sostenerlo è la Cia-Confederazione italiana agricoltori.

La carne italiana -sottolinea la Cia- è sicura e di grande qualità grazie ad un sistema di controlli scattato nel 2001 per fronteggiare l’emergenza Bse, che oggi è
definitivamente scomparsa dai nostri allevamenti bovini. Da non dimenticare, poi, l’obbligatorietà dell’etichetta d’origine che garantisce sia i consumatori che gli allevatori.

Per tale ragione -ricorda la Cia- questo caso non deve suscitare alcun timore tra i consumatori. D’altra parte, gli stessi dati lo confermano. Sull’intero patrimonio bovino nazionale, anche
grazie all’impegno degli allevatori che hanno investito molto in qualità e sicurezza alimentare, continua un’attenta e molto rigida sorveglianza sanitaria.

Cia.it
Redazione NEWSFOOD.com + Web TV

Leggi Anche
Scrivi un commento