Mozzarella di bufala, UE: «quantità di diossina non eccessiva»

Il governo italiano non ha perso tempo e ben prima delle 18, termine ultimo fissato dall’Unione Europea, ha inviato a Bruxelles tutte le informazioni richieste sul caso delle mozzarelle campane
contaminate da diossina. L’Italia, così, ha cercato di spiegare che comunque «le mozzarelle contaminate non sono state esportate né in Asia, nè nei Paesi membri della
Ue».

E una prima risposta da Bruxelles è già arrivata: «In alcuni casi le quantità di diossina riscontrate sono più alte di quanto ammesso dalla legislazione
europea – ha spiegato Nina Papadoulaki, la portavoce del commissario europeo per la Salute – ma non è eccessiva». Il ministro per le politiche agricole Paolo De Castro, intanto,
continua a ripetere che non esiste un caso diossina in Campania e si è detto pronto a utilizzare YouTube per rassicurare i cittadini di tutto il mondo.

Leggi Anche
Scrivi un commento