Mozzarella blu: confermata la contaminazione batterica

Mozzarella blu: confermata la contaminazione batterica

Cagliari – L’Istituto Zooprofilattico della Sardegna ha concluso gli accertamenti microbiologici sui campioni di mozzarelle blu sequestrati dai Carabinieri del Nas nei giorni scorsi.

Gli esami hanno accertato la presenza di cariche elevate di Pseudomonas fluorescens, un microrganismo che produce un pigmento, la piocianina, che in presenza di ossigeno si manifesta con la
colorazione blu.   

“Il batterio Pseudomonas fluorescens – si legge nella nota dell’Istituto Zooprofilattico – non è patogeno per l’uomo, ma rappresenta un contaminante ambientale: quindi può essere
considerato come un indiretto indicatore di carenze igieniche del prodotto.
Perciò i latticini contaminati, benché non pericolosi per il consumatore, non sono idonei al consumo umano in base all’articolo 14 comma 5 del Regolamento CE 178/2002″.

La nota informativa sull’esito degli esami è stata trasmessa al Ministero della Salute, alla Regione Autonoma della Sardegna e alla magistratura.

La Procura della Repubblica di Torino ha disposto, intanto, ulteriori accertamenti chimici per verificare la presenza di metalli o l’uso di latte in polvere nei prodotti sequestrati.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento