Misure urgenti per salvare le api dalla moria in Piemonte

Torino – Stabilire misure urgenti per salvare le api dalla moria che le ha decimate negli ultimi mesi mettendo in ginocchio il settore, a farne richiesta è il consigliere
regionale di Forza Italia, Ugo Cavallera, che sollecita l’intervento degli assessori regionali alla Sanità e all’Agricoltura.

«Già il mese scorso avevamo chiesto un’audizione urgente dei rappresentanti di categoria davanti alla Commissione competente – afferma Cavallera – ma non abbiamo ricevuto
risposta».
Ora la situazione si è evoluta e, dopo alcuni accertamenti condotti in Germania, pare che il responsabile della strage di api sia un principio attivo contenuto in diversi insetticidi
utilizzati per proteggere il mais dai parassiti.

«Le autorità tedesche competenti hanno deciso di sospendere l’autorizzazione per alcuni prodotti contenenti simili sostanze – continua l’esponente azzurro – e ritengo opportuno che
anche in Piemonte si intervenga senza più aspettare, mettendo a punto provvedimenti concreti per arginare il problema. Fra i territori più colpiti c’è l’Alessandrino,
soprattutto l’area fra Acqui e Alessandria, che ha visto pressoché dimezzato il numero di api. A essere danneggiati non sono solo gli apicoltori ma tutta l’agricoltura, per l’importante
azione impollinatrice svolta dalle api in molti raccolti. La grave riduzione dei preziosi insetti potrebbe dunque produrre squilibri dell’ecosistema, con ripercussioni economiche e ambientali
da non sottovalutare. Di fronte a questa emergenza chiediamo quindi agli assessori competenti di attivarsi subito per contenere gli effetti del disastro, approfondendo i motivi della strage di
api, affinché le azioni di recupero possano essere più incisive».

Leggi Anche
Scrivi un commento