Milano: “Carta dei vini lombardi” nei ristoranti della regione

Milano: “Carta dei vini lombardi” nei ristoranti della regione

Milano – Il mondo del vino lombardo si è dato appuntamento a Milano, con una conferenza stampa e una degustazione di vini e prodotti tipici, per celebrare il suo “Galà”,
durante il quale Regione Lombardia e Associazione italiana sommelier (Ais) Lombardia hanno lanciato ufficialmente una sfida ambiziosa: quella di vedere proposta una “Carta dei vini lombardi” nel maggior numero possibile di ristoranti della regione.

“Si tratta di un progetto – commenta Luca Daniel Ferrazzi, assessore all’Agricoltura della Regione Lombardia – in cui crediamo molto per riuscire a dare a tutte le nostre eccellenti etichette
la visibilità e il mercato che meritano. Un modo per dire che la Lombardia può vantare un’offerta di vini che, comprendendo tutte le tipologie, dalle bollicine ai rossi corposi,
dai bianchi fermi ai rossi frizzanti fino ai grandi passiti, offre l’ideale accompagnamento sia alla cucina basata sui prodotti del territorio sia, in generale, a tutta la ristorazione di
qualità”.

L’iniziativa, che ha già registrato l’adesione di circa un centinaio di ristoranti lombardi, prevede che tutti i partecipanti consegnino ad Ais la propria carta dei vini, basata solo su
etichette regionali, e che questa affianchi nei menù quella tradizionale. Il ristorante aderente riceverà un apposito simbolo di “certificazione” e, nei prossimi mesi, le migliori
carte dei vini riceveranno un premio durante un evento dedicato.

Durante la giornata sono stati inoltre rivelati e premiati i vincitori del premio giornalistico promosso da Ascovilo, dedicato a tre professionisti del settore che si sono distinti per il loro
lavoro di promozione dei vini e dell’agroalimentare lombardo.

La giuria, guidata da Lorenzo Del Boca, presidente nazionale dell’Ordine dei giornalisti, ha assegnato i riconoscimenti ai professionisti Eliana Bellè (Il Giorno), puntuale nell’analisi
del mondo agricolo, Luca Giannelli (Ansa), quale attento conoscitore del “made in Lombardy”, e Gianluca Rossi (Telelombardia) conduttore di “Buonalombardia”, che ha evidenziato le bontà
dell’enogastronomia regionale. “Il rapporto tra il mondo del vino e la ristorazione – ha spiegato Carlo Alberto Panont, direttore di Ascovilo – diventa strategico proprio in questi momenti di
crisi economica e consapevolezza nei consumi”.

Al termine della giornata Ais Lombardia ha consegnato il titolo di “Sommelier ad honorem” all’assessore Ferrazzi per aver lavorato in favore della promozione dei vini lombardi attraverso
numerose iniziative, ultima della quali la giornata dedicata alle premiazioni dei vini vincitori della Guida Viniplus 2010, che si terrà a Varese nella cornice di Villa Panza, l’8
febbraio. “Sono orgoglioso di questo riconoscimento – ha concluso Ferrazzi – perché rappresenta il premio al lavoro svolto da tutto l’assessorato a favore del mondo dei vini e,
più in generale, dell’enogastronomia lombarda”.

regione.lombardia.it

Leggi Anche
Scrivi un commento