Mattina in Famiglia su Rai 1 presenta un servizio speciale sul Consorzio dell’Asti Docg

Mattina in Famiglia su Rai 1 presenta un servizio speciale sul Consorzio dell’Asti Docg

Il Consorzio per la tutela dell’Asti docg e del Moscato d’Asti docg sarà sabato 16 al centro di uno speciale servizio di Mattina in Famiglia su Rai 1. Nel corso del programma il
Presidente Paolo Ricagno, intervistato da un’inviata molto speciale, Silvia Mazzieri, Miss Cinema Asti Spumante 2010, ha spiegato il percorso polisensoriale, quando tutti i sensi vengono
coinvolti dalle bollicine.

La troupe della Rai ha girato per un’intera giornata, circondata da un pubblico entusiasta che ha molto gradito le prelibatezze preparate dallo chef e pasticcere Ernst Knam e ha calorosamente
applaudito Miss Cinema che aiutava lo chef nella preparazione di ricette dolci e salate abbinate con Asti docg e Moscato d’Asti docg.

Il Presidente Ricagno ha detto che quest’anno il traguardo dei cento milioni di bottiglie sarà superato e che gli importatori statunitensi, russi, tedeschi e non solo gli hanno
confermato che, nonostante i numerosi tentativi di commercializzare prodotti similari, l’Asti rimane per loro unico e inimitabile perché strettamente legato al territorio da almeno sette
secoli.

I due servizi realizzati per Rai 1 (la messa in onda del secondo è prevista per sabato 23 – salvo slittamenti) chiudono degnamente la straordinaria partecipazione del Consorzio al
Vinitaly. Nello stand di 400 metri quadri sono stati oltre 15mila le coppe e i cocktail a base di bollicine dolci. Particolarmente apprezzato dal pubblico la simulazione dell’esplosione delle
bollicine dall’interno di un calice ricreata nella “cabina-coppa” con proiezioni a 360°, il bancone dei cocktail con le esibizioni di barman acrobatici, l’Arena del gusto con le esibizioni
culinarie di Ernst Knam, apprezzate dai visitatori.

Migliaia anche le foto e le riprese effettuate davanti alla libreria dei profumi con tutte le essenze che si trovano in coppa, nella galleria 3D e multi-touch con un tavolo-schermo simile a un
grande pc-tablet per conoscere i consorziati e ai cassetti del tatto per toccare con mano i materiali del Moscato, dai tralci di vite al vetro, oltre ai filmati in tre dimensioni. Grande
successo anche per le micro-lezioni dell’enologo Lorenzo Tablino che ha illustrato segreti e curiosità sulle bollicine aromatiche più amate e vendute al mondo.

Alla presenza del Consorzio al Vinitaly i media hanno riservato un’attenzione speciale. Oltre ai due speciali di Rai 1 ampi servizi sono stati trasmessi su Tg1, Terra e Sapori,Tg2, Tgr, TV
locali, TV estere. Carta stampata e notiziari on line hanno dedicato articoli e foto all’evento. Servizi speciali anche sul neonato blog del Consorzio www.astidocgblog.com con il Presidente
Ricagno che ha affermato: «I mercati più forti sono gli Usa e la Russia e segnali positivi arrivano anche dal resto del mondo. Solo in Italia l’Asti e il Moscato d’Asti docg non
sono ancora apprezzati come dovrebbero. In questo senso, come Consorzio, aumenteremo sforzi e impegno».

Infine, una battuta sulla presenza al Vinitaly del Piemonte vinicolo: «Mi è parsa ottima e foriera di risultati davvero interessanti. Sono state cinque giornate dense di spunti di
lavoro e di sinergie che non fanno altro che confermare l’assoluta leadership dell’Asti docg e del Moscato d’Asti docg a livello nazionale e mondiale. Il Consorzio ha fatto la sua parte alla
grande per i nostri soci e per l’intera filiera del moscato, dai vignaioli alle cantine vinicole».

L’Asti docg è prodotto esclusivamente con uva Moscato Bianco che cresce sulle colline di Monferrato, Langhe e Roero, di cui mantiene integre le caratteristiche uniche: in ogni
coppa di Asti docg ritroviamo infatti un ampio ventaglio di fiori e frutti – dal glicine all’acacia, dal sambuco agli agrumi – che sfocia in un netto sentore di miele.

Piacevole, fresco, dalla gradazione alcolica contenuta, l’Asti docg esprime storia, tradizione e filosofia di tutti coloro che ogni giorno lavorano i circa 10.000 ettari della zona d’origine –
52 comuni nelle province di Asti, Alessandria e Cuneo: 52 industrie o aziende commerciali, 23 aziende vinificatrici, 18 cantine cooperative, 4 cantine cooperative di secondo grado, 86 aziende
vitivinicole e 11 aziende viticole, raggruppate nel Consorzio per la tutela dell’Asti.

Il mondo Asti è anche online all’indirizzo www.astidocg.it

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento