Marche: Anche in Regione «Frutta Snack» insegna il mangiar sano

 

Da pochi giorni i dipendenti regionali stanno trovando nei distributori automatici frutta fresca marchigiana, macedonie, succhi di frutta e verdure al posto delle solite merendine piene
di conservanti.

«Oltre che nelle scuole – spiega il vicepresidente e assessore all’agricoltura, Paolo Petrini – la Regione Marche ha promosso il progetto pilota «Frutta snack»
anche presso i dipendenti, con la finalità di incentivare il consumo di frutta e prodotti tipici anche negli ambienti lavorativi, per mantenere il benessere psicofisico,
nonché prevenire malattie e squilibri nutrizionali».

Nei distributori, installati a piano terra dei Palazzi regionali Leopardi e Li Madou, si potranno trovare vari tipi di frutta e verdura freschi a seconda del ciclo stagionale.

«Frutta Snack» è un progetto pilota biennale di educazione alimentare e consumo consapevole che la Regione ha sostenuto anche per valorizzare le produzioni
ortofrutticole marchigiane.

L’iniziativa nasce con l’intento di contrastare il dilagare dell’obesità tra i ragazzi causata da abitudini alimentari scorrette. La sperimentazione coinvolge
20 scuole superiori delle province di Ancona, Ascoli Piceno e Macerata e 10 uffici pubblici e luoghi di lavoro. «Un esempio dunque quello della Regione Marche – conclude Petrini-
da seguire anche da parte di altre amministrazioni pubbliche».

 

Leggi Anche
Scrivi un commento