Manifestazione sulla libertà di stampa in piazza del Popolo

Manifestazione sulla libertà di stampa in piazza del Popolo

Roma – “La giornata di sabato ha rappresentato un vero e proprio risveglio delle coscienze, un’occasione storica per ribadire il diritto di tutti a poter beneficiare di un’informazione
libera e critica, che non esibisca viscide sudditanze ma operi per il bene collettivo”.

Così Roberto Soldà, vicepresidente dell’Italia dei Diritti, ha espresso il suo plauso sulla manifestazione che ha visto convergere da tutta Italia oltre 600.000 manifestanti,
desiderosi di urlare il loro sdegno contro le ormai quotidiane intimidazioni del premier Berlusconi all’indirizzo della stampa non amica e delle voci non allineate ai suoi diktat.

“Chi ha protestato – ha poi chiosato il vicepresidente del movimento guidato da Antonello De Pierro – non è un marziano, ma un semplice cittadino che crede nei valori di inclusione
democratica. Il diritto ad essere informati correttamente e in modo trasparenze, senza beceri servilismi di sorta, è sacrosanto, così come quello di essere ascoltati ed interpellati
sulla gestione della cosa pubblica. Non sono tollerabili intimidazioni a chi esprime il proprio dissenso con argomentazioni scomode per i notabili di Palazzo. Il ‘minzolinismo’ non fa bene alla
libertà e alla democrazia”.

Leggi Anche
Scrivi un commento