Made in Italy: A breve nascerà il distretto nord del pomodoro

Made in Italy: A breve nascerà il distretto nord del pomodoro

“Stiamo lavorando per far decollare entro l’anno un distretto di tutta l’area nord del pomodoro, con impegni e obblighi che volontariamente parte agricola e industriale dovranno rispettare”. Lo
ha detto il vice presidente delle industrie conserviere dell’Aiipa, Marcello Mutti, presidente dell’omonima azienda di Parma leader in Italia su concentrato e passate di pomodoro, presentando il
dossier sulle importazioni selvagge dalla Cina. “Battere la Cina sul prezzo è impensabile – ha detto il vicepresidente – bisogna competere su qualità, tracciabilità e
informazione trasparente, ma l’Italia da sola non può farcela, deve avere dalla sua l’Ue che vari regole uguali per tutti”.   

E sono proprio questi i fattori su cui l’azienda Mutti si impegna da anni, pagando innanzitutto il prodotto 1,5 euro a tonnellata in più rispetto ai 70 euro a tonnellata sanciti
dall’accordo area per il nord tra industria e produttori, esigendo una qualità superiore. “Il consumatore non guarda il centesimo di euro pagato in più: se è contento del
prodotto e della qualità che si attende – ha detto Mutti – non ci tradisce”. Il vice presidente ha detto infine che i prodotti Mutti in Italia non sono mai stati clonati, merito anche di
piccoli stratagemmi top secret messi in atto per proteggere la produzione.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento