LovOlio di Cosimo Damiano Guarini: racconta virtù, curiosità, bellezza e cultura dell’Olio di Oliva

copertina LovOlioAl Salone del Gusto 2014 reincontriamo un amico pugliese, è un esperto di olio di oliva e ci presenta i due suoi libri, sull’olio.

E’ tempo di “LovOlio”

Un libro dell’agronomo Cosimo Damiano Guarini, dal titolo alquanto evocativo, aperto a più interpretazioni e a testimonianza di come l’olio ricavato dalle olive sia ormai ovunque al centro delle attenzioni. Edito da Olio Officina, è un’opera polifonica con apporti di diverse autorevoli firme. L’obiettivo: celebrare il succo delle olive, raccontandone virtù, curiosità, bellezza e cultura

Con LovOlio si entra nel cuore vivo di una dieta, quella mediterranea, tanto celebrata quanto poco conosciuta e praticata, soprattutto in un’epoca di disordine alimentare come la nostra, facile agli entusiasmi ma poco incline al rigore. Al centro delle attenzioni c’è il succo di olive, da cui deriva tutta la centralità che gli spetta di diritto nell’ambito di una corretta e salutare dieta. Quella mediterranea, appunto, una dieta tutta incentrata sull’olio da olive, quale alimento e condimento che amalgama sapori e gli stessi sapori veicola rendendo tutto più appetibile.

Cosimo Damiano Guarini, agronomo pugliese, nato a Cisternino, vive a Fasano, in provincia di Brindisi, ne ha tessuto le lodi e celebrato  il proprio radicamento nella civiltà mediterranea. Non è un libro in luce negativa, come si sta verificando ormai da tempo, sempre improntando le attenzioni sugli scandali e gli abusati temi delle sofisticazioni, le truffe, i prezzi stracciati e i tanti luoghi comuni che infestano la conmunicazione degli ultimi anni. L’olio è anche, e soprattutto, bellezza e cultura. Con LovOlio l’autore tesse un canto di lode, e non a caso il libro si apre con la “Ode all’olio” di Pablo Neruda.

Buccia

 

 

 

 

E’ un atto di amore questo libro, tant’è che il titolo si apre a molteplici interpretazioni. E’ l’abbinata della parola inglese love, amore, e olio, ma è anche un gioco di parole, lovolio, nel senso di “lo vo(g)lio”. Ciò che è certo, è che la pubblicità di un noto olio per auto nel lontano 1964 recitava testualmente “L’olio dai sette pregi”, mettendo in evidenza una comunicazione semplice, efficace, utile a catturare l’attenzione e la fiducia di chi coglieva immediatamente lo slogan. Per l’olio da olive, invece, cosa raccontiamo? Solo scandali e comunicazioni negative, sostiene l’autore; e così il prodotto al centro della dieta mediterranea, il simbolo identitario di un popolo e di una cultura, perde parte del suo appeal, tanto che nei prezzi che circolano nei punti vendita si scopre svilito, denudato del suo valore di nobiltà che lo ha sempre caratterizzato nei secoli, e ora è ridotto a pura commodity, proprio quando, al contrario, merita ben altro trattamento, essendo un functional food, un alimento completo che garantisce gusto, salute e benessere.

Cucina

 

 

 

LovOlio è una sorta di viaggio collettivo alla scoperta della pianta di olivo e del suo prodotto che ne deriva a seguito della spremitura delle olive. LovOlio ne racconta virtù, curiosità, bellezza e cultura. “E’ un percorso che segue la strada della condivisione”, spiega Guarini. “E’ un percorso realizzato grazie alla disponibilità ed esperienza di quanti hanno creduto in questo viaggio”.
A firmare i contributi dei vari capitoli, oltre all’autore e anima propulsiva del volume, ci sono lo stesso Luigi Caricato, l’editore di Olio Officina, nonché oleologo; il giornalista Sandro Vannucci; il neurologo e psicoterapeuta Massimo Marianetti; il professor Maurizio Servili, esperto di chimica dell’olio; il professore di chimica farmaceutica e tossicologia Carlo Franchini; e il presidente nazionale dell’Ail, il professor Franco Mandelli. Già, l’Ail, acronimo di Associazione Italiana contro le Leucemie. LovOlio è anche un pensiero speciale riservato all’olivo quale simbolo di pace e fratellanza, ed è per questo che attraverso il libro si intende dare un piccolo contributo all’operoso e nobile lavoro condotto dall’Ail, tanto da destinare parte del ricavato dell’opera alla nota associazione.

SaluteIn chiusura, a dare uno spirito leggiadro al volume, c’è il “VocabOleario”, un giocoso quanto gioioso lessico con le illustrazioni a corredo. Costituisce – sostiene l’autore – “un piccolo seme sparso nella terra feconda della vita dei più piccoli, per far sì che sin da bambini si possano scoprire tutte le ricchezze del mondo contadino, la bellezza della buona cucina e l’attenzione verso un prodotto simbolo del  Mediterraneo”. E’ un percorso divertente e stimolante, quanto nel contempo un viaggio nel mondo dell’olio che tutti siamo chiamati a compiere. Esiste anche un sito internet dedicato, lovolio.it.

Cosimo Damiano Guarini, LovOlio, Edizioni Olio Officina, pagine 176, euro 15

Leggi Anche
Scrivi un commento