L’olio del Salento brinda all’Unesco

L’olio del Salento brinda all’Unesco

La dieta mediterranea, celebre in tutto il mondo per le sue non poche virtù salutari, ha ricevuto una “benedizione” massima, è stata proclamata dall’Unesco patrimonio
immateriale dell’umanità.

La notizia è giunta da Nairobi, in Kenya, dove era in corso il dibattito del Comitato intergovernativo della Convenzione sul Patrimonio immateriale dell’Unesco. La candidatura della Dieta
Mediterranea è stata presentata da quattro nazioni Italia (capofila), Spagna, Grecia, e Marocco. Nella decisione del Comitato di valutazione per l’iscrizione dell’Unesco si legge: “la
Dieta Mediterranea è un insieme di competenze, conoscenze, pratiche e tradizioni che vanno dal paesaggio alla tavola”.  

A tutti gli effetti, la Dieta Mediterranea è un vero e proprio modello nutrizionale i cui ingredienti principali sono olio di oliva, cereali, frutta e verdura, fresche o secche, un
ammontare moderato di pesce, prodotti lattiero-caseari e carne, numerosi condimenti e spezie, il tutto accompagnato davino o infusioni.  

Ed è proprio uno degli alimenti principe di questo modello nutrizionale, l’Olio Extravergine di Oliva, a voler festeggiare il preziosissimo riconoscimento internazionale appena ottenuto.
Lo fa nel Salento, un territorio letteralmente immerso nei mari del Mediterraneo e uno dei più importanti e prestigiosi produttori di eccellenza di questo nettare d’oro. Dal
2 al 19 dicembre infatti presso l’Azienda Agricola Adamo di Alliste, in provincia di Lecce, sarà possibile degustare l’olio novello appena spremuto, assaporarne il corpo,
conoscerne le caratteristiche e beneficiare di tutti i fattori salutari. Inoltre sarà possibile seguire un itinerario formativo che parte dalla campagna salentina e termina
nell’imbottigliamento, il percorso permette di conoscere e toccare con mano l’intero ciclo produttivo di questo alimento mediterraneo così importante e prezioso. L’Olio dell’azienda
salentina che ospita l’iniziativa ha recentemente ottenuto la “Silver Medal Award” presso il “Los Angeles International Extra Virgin Olive Oil Competition”.

La prenotazione alla partecipazione si può effettuare ai numeri: 0833.985288 – 320.4736801  

Ci piace ricordare che l’olio extravergine di oliva è ormai considerato un elemento fondamentale per la cura e la prevenzione di diverse patologie. Secondo diversi studi, condotti a
più riprese, sono state dimostrate diverse proprietà benefiche: il suo uso abituale riduce la presenza di colesterolo LDL o “colesterolo cattivo” ed aumenta la percentuale di quello
“buono”.
Diminuisce di circa il 30% la possibilità di infarto cardiaco e diminuisce la pressione arteriosa.
I polifenoli e la vitamina E presenti nell’olio di oliva extravergine, grazie alla loro azione antiossidante, contribuiscono a prevenire l’arteriosclerosi e rallentano l’invecchiamento delle
cellule. Come inoltre riportato da diversi studi, esistono dati che mettono in relazione l’uso di olio extravergine di oliva con una riduzione di alcuni tipi di tumore, in primis quello al
seno.
La mortalità dovuta ai tumori, infine, risulta essere più alta nei paesi del nord Europa rispetto ai paesi della zona mediterranea.

Leggi Anche
Scrivi un commento