L’ipertiroidismo favorisce l’ictus

L’ipertiroidismo favorisce l’ictus

Nei giovani adulti l’ipertiroidismo (l’eccessiva attività della ghiandola tiroide) è legato ad una maggiore probabilità d’ictus ischemico.

Questo l’avviso di una ricerca della Taipei Medical University di Taiwan, diretta dal dottor Jau-Jiuan Sheu e pubblicata su “Stroke”.

Sheu e compagni hanno esaminato 28584 adulti (3176 colpiti da ipertiroidismo e 25.408 sani) tutti con un età media di 32 anni. Durante i 5 anni di osservazione, si sono osservati 198
casi di ictus ischemico, di cui 167 nel gruppo dei sani (1% del totale) e 31 del gruppo dei malati di ipertiroidismo (0,6%).

Depurando tali dati dai fattori di disturbo (come stile di vita ed altre caratteristiche personali), gli studiosi hanno concluso come la l’incidenza dell’ictus ischemico nei soggetti con
ipertiroidismo fosse del 44% superiore a quella degli altri.

Tuttavia, i ricercatori ammettono come il legame tra funzionamento della tiroide e rischio ictus non sia del tutto chiarito. Per questo, essi auspicano esami ulteriori per delineare le
strategie di prevenzione e terapia più efficaci.

Fonte: Sheu JJ et al. “Hyperthyroidism and Risk of Ischemic Stroke in Young Adults. A 5-Year Follow-Up Study” Stroke 2010, doi:10.1161/STROKEAHA.109.577742

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento