Legambiente turismo premia le 10 aziende più virtuose tra quelle aderenti all’etichetta ecologica

 

Anche per il 2008, terminati i controlli annuali e le verifiche supplettive, Legambiente Turismo ha selezionato, fra le 347 aziende ricettive e turistiche aderenti all’ecolabel
dell’associazione, le dieci strutture che, oltre ad aver onorato gli impegni concordati, hanno introdotto lodevoli innovazioni nell’uso razionale delle risorse naturali e nella tutela
dell’ambiente.

Le 10 strutture sono state scelte sulla base dei giudizi espressi dagli incaricati dell’associazione che in qualche caso hanno svolto anche controlli supplettivi di secondo livello. 2 i
criteri principali usati per la scelta: la struttura più virtuosa per la propria categoria e le iniziative realizzate nelle località con la partecipazione di gruppi di
strutture.La scelta è caduta su di una coppia di rifugi del Mugello (il Rifugio Escursionistico “Valdiccioli” e il Rifugio “I Diacci” sul crinale fra
Palazzuolo sul Senio e Borgo S. Lorenzo); sul B&B Zaratan di Sirolo nella Riviera del Conero in Provincia di Ancona; sull’Hotel Palos di Viserbella (Rimini); sul Camping Laconella
di Capoliveri all’Isola d’Elba; sull’Agriturismo Sant’Elia di Capistrano in Provincia di Vibo Valentia; sull’Osteria Arcadia di Santa Giulia Delta del Po Veneto in Provincia di Rovigo;
sull’Hotel le Tegnue di Sottomarina Lido in provincia di Venezia; sulla Casa Vacanze I Girasoli di Camerino in Provincia di Macerata; sulla Locanda Navertino di Borno in Val Camonica,
Provincia di Brescia.

Premiata anche una bella iniziativa per la mobilità leggera realizzata nel Parco della Maremma con la collaborazione del gruppo di strutture della zona, dell’azienda di trasporti
e del parco. Come è già avvenuto un anno fa le strutture scelte saranno premiate durante le tappe del circuito fieristico Vacanze Weekend che avranno luogo il 7/8 febbraio
a Brescia, 7/8 marzo a Padova, 21/22 marzo a Torino e 18/19 aprile a Verona.

“I successi ottenuti anche nel 2008 – ha detto Luigi Rambelli, presidente nazionale di Legambiente Turismo – confermano la validità dell’iniziativa avviata
ormai dieci anni fa dalla nostra associazione. Infatti i risultati dei controlli di quasi tutti i progetti sono stati soddisfacenti, anche grazie alle partnership con Enti Locali e
Associazioni delle strutture ricettive e turistiche. Il percorso proposto agli associati, consentendo loro un adeguamento progressivo e concordato degli impegni, ha permesso il
raggiugimento di un buon livello di qualità ambientale. Ma ormai – ha aggiunto Rambelli – l’efficacia delle iniziative di “ecolabbeling” dal basso, come
la nostra, è ampiamente riconosciuta e validata dai pronunciamenti e dalle scelte della Commissione Europea”.

Come noto Legambiente Turismo effettua ogni anno i controlli delle strutture ricettive e turistiche aderenti, non basandosi sulle autocertificazioni. Oltre a distribuire premi e
riconoscimenti l’Associazione ha provveduto anche a richiamare alcune imprese che si sono limitate a strappare la sufficienza. In 6 casi inoltre si è giunti a ritirare
l’etichetta ecologica. Si tratta di aziende che hanno dimostrato una attenzione del tutto insufficiente per le misure concordate all’interno dei rispettivi progetti locali. Nel gruppo
un albergo di Numana, uno di Bellaria Igea Marina, di un ostello dell’Appennino Romagnolo, di un camping dei Lidi di Comacchio, di un Albergo di Ferrara e di uno dell’Isola d’Elba.

Leggi Anche
Scrivi un commento