Lavoratori parasubordinati Contributi Inps 2007 e 2008

D: Volevo chiedervi se il Contributo Inps per la maternità per i lavoratori parasubordinati ha subito aumenti nel 2007 e a quanto ammonta. Come variano le aliquote totali per i
lavoratori parasubordinati nel 2008? Ci saranno altri aumenti?

R: Si, per i lavori parasubordinati per i quali ora è completa la tutela della maternità, secondo le regole dettate per il lavoro dipendente, è stato disposto (D.M. 12
luglio 2007 – G.U. 23 ottobre 2007, n. 247) l’aumento dell’aliquota contributiva di 0,22 punti, che si attesta ora allo 0,72% (dallo 0,50%).
Il contributo totale per i lavori parasubordinati globale dal 23,50% passa quindi al 23,72%.
Ma dal 2008 sono previsti gli aumenti dettati dalle nuove normative sul welfare, per cui alla nuova aliquota occorre aggiungere un punto in più per il prossimo anno (contributo
complessivo: 24,72%.
C’è però da dire che a fronte di tali aumenti le lavoratrici parasubordinate (collaborazioni coordinate e continuative, lavori a progetto, associate in partecipazione, libere
professioniste iscritte alla gestione separata INPS), che si divide per due terzi a carico del committente e un terzo a carico del lavoratore non professionista, hanno i seguenti diritti.

a) il contratto di lavoro che viene di diritto prorogato per 180 giorni. per effetto della gravidanza con diritto di potersi astenere obbligatoriamente dal lavoro per due mesi prima e tre mesi
dopo il parto.
b) poter godere dell’astensione anticipata, riconosciuta dagli ispettori della DPL, territorialmente competente per gravi complicanze della gravidanza
c) aver diritto durante i periodi di assenza all’indennità di maternità pari all’80% del reddito da lavoro.

La indennità è calcolata in forma giornaliera sotto forma di 1/365esimo del reddito (derivante da attività di collaborazione o libero professionale) ricavato nei 12 mesi
precedenti l’inizio del periodo indennizzabile dall’INPS.
Si ricorda che tale indennità di maternità è altresì pagata solo se la lavoratrice ha almeno tre mesi di contributi nei dodici mesi precedenti l’assenza.

Leggi Anche
Scrivi un commento