L’AGRITURISMO DI QUALITA’ AMATO DAI TURISTI ENOGASTRONOMICI SVIZZERI

L’AGRITURISMO DI QUALITA’ AMATO DAI TURISTI ENOGASTRONOMICI SVIZZERI

” Non sempre in nome della semplicità e dell’esser ruspanti, gli agriturismi sono in regola con le normali disposizione HCCP, e spesso si cucina in locali non idonei.
La Virginia di Revello (Cn) che abbiamo visitato recentemente,  ha allestito una cucina di grande agibilità, modernissima: e qui  nascono –  dalla sapienza e dall’uso di
solo prodotti del territorio –  i veri piatti di queste valli occitane. “

“C’è un “file rouge” tra il capolavoro di Ermanno Olmi e il film di Giorgio Diritti ” il vento fa il suo giro “: descrive la solenne, pacata, lenta e magnifica vita contadina, quella vera,
non quella patinata del Mulino Bianco.
Girato in Occitania questo film,  che in un cinema di Milano è stato quasi per due anni in cartellone, racconta la difficile integrazione in queste valli bellissime di un ” contadino
straniero” che viene ad abitare e lavorare.
Ma la grandezza di questo film sta nel descrivere con leggerezza questo mondo che non è finto, ma ancora vero seppure nella sua limitatezza.
E ho trovato questo mondo in agriturismo di qualità, dove si coniugano i tempi, i gusti e le sensazioni senza affanni, ma nella più attenta e scrupolosa serietà alimentare”
.
Perché in questo agriturismo vero, il proprietario (no patron), il cuoco (no chef), l’uomo che impasta e cuoce pane nel forno a legna ( no allegro fattore mulino bianco), riesce con 
fatiche vere (e non quelle delle “Fattorie” televisive) a consegnare, ancora, al viandante,  la percezione del tempo e dei sapori, sapori tanto veri che le nostre papille globalizzate
stentano quasi a recepire: soffocate dai vari Adrià Ferran, Massimo Bottura e tutta la schiera dei nuovi divi chef “tutta tv e niente cucina” e che usano solo ingredienti chimici per
destrutturare un cibo e stupire, a suon di migliaia di euro, i ricchi senza cervello.
Qui ancora il buongiorno vuol dire buongiorno e dove la fonduta è la fonduta e la bagna cauda una gioia ed un inno alla vita.
Come il dormire a La Virginia, semplice, caldo, silente.
Un indirizzo da segnare in agenda
 

Sito ufficiale: www.lavirginia.it

AGRITURISMO LA VIRGINIA

Via Valle Po n° 70 – 12036 – REVELLO
LOC. MORRA SAN MARTINO
(Cuneo) Italy
P.I. 00669030041
Tel. 0175 259026
Fax 0175 259436
Mobile 333 3636303

E-mail: info@lavirginia.it

 
Attilio Scotti per Newsfood.com
attilioscotti@bluewin.ch
 

 

Uno sguardo al sito:
La storia
Solitario e maestoso il Re di Pietra il “Monviso”(3841mt), ha rubato infiniti sguardi e affascinato viaggiatori di ogni tempo. Ci troviamo nelle Terre del Marchesato, ultima appendice Occitana,
esattamente nella Valle del Po, dove nasce l’omonimo fiume, terra disseminata di monasteri e abbazie, da Staffarda a Revello e Rifreddo.

Queste sono le antiche vie, o meglio “la via del sale”, che portava mercanti, briganti e cavalieri oltre le Alpi, in Francia, alla ricerca del sale, acciughe, olio, spezie e quant’altro. Grazie
anche al primo traforo “il pertus del Viso”, la galleria scavata sotto il Colle delle Traversette (2882mt), a due passi dalla grande piramide del Viso, voluta dal marchese Ludovico II. La
chiamarono “la galleria del sale”, ovviamente! E sale, olio, tessuti, bestiame e metalli, e tutto il resto trovarono il loro passaggio.

Da fattoria a fattoria si aggiravano i mercanti del Delfinato, della Provenza, della Borgogna. Tutta gente che attraversava le Alpi, scendeva dai colli e si spingeva fino al Monferrato e verso
Milano. Parecchi viandanti solevano fermarsi nella antica locanda gestita da una donna, Virginia, che accoglieva gli ospiti con un sorriso, un pasto caldo e il calore del camino.

Redazione Newsfood.com
(doveroso precisare che quanto pubblicato, scritto da Attilio Scotti -in particolare i riferimenti a persone terze ed aziende – non necessariamente rispecchiano il pensiero di Newsfood.com ma
rispecchiano unicamente il pensiero dell’autore)
 

Leggi Anche
Scrivi un commento