La protesta di uno straniero in Italia

La protesta di uno straniero in Italia

Questa piccola truffa la subiamo anche noi Italiani. Ben pochi sono i distributori automatici che danno il resto: oltre ai carburanti, distributori di bibite e merendine negli ospedali ed in
tutti i punti di grande concentrazione di gente di passaggio.
Chi è che dovrebbe tutelare i diritti di noi poveri cittadini?

L’Italia Turistica è un business importante ma se non riusciamo a risolvere i piccoli problemi è difficile risolvere i grandi.
Chiediamo al Ministro Brambilla di intervenire sulla questione, ci vuole solo un po’ di buona volontà.

Grazie a Roy per la sua segnalazione, e speriamo che voglia ancora tornare nella nostra bella Italia. Anche se qualcuno fa il furbo, il nostro Bel Paese è sempre un Gran Bel Paese.

PS: invitiamo Roy ad inviarci tutti i dettagli della sua disavventura: località, giorno, ecc

Sarà premura della Redazione di Newsfood.com , inviare un bonifico di € 14 ….con tante scuse di tutti gli Italiani onesti.
(prego inviare  codice IBAN a: info@newsfood.com )

 
2009-11-09 18:40:45
Roy Schlachter

Gentlemen,
Recaently, I visited Italy and went into a self service automobile gasoline station.  I inserted a 20 Euro banknote.  My car only took 6 Euros of gas.  I received no receipt and
discovered I had lost 14 Euros.  There is something wrong with this system.  You are supposed to guess how many gallons of gasoline your car requires.  Invariably, you put in
banknotes in excess of the actual amount you will receive.  The company walks away with the excess as they have not set up an electronic system to give the consumer change.  Quite a
ripoff.  I felt cheated as I’m sure many others do as well.  If you are not the appropriate agency to address this unfair cheating of the public, please inform me as to the agency to
whom I should address my complaint.  Thank you, Roy Schlachter

(traduzione liberamente effettuata da Newsfood.com)
Signori,
Recentemente, ho visitato l’Italia e sono andato in una stazione di servizio self-service a fare benzina.
Ho inserito una banconota da 20 Euro.
Il serbatoio della mia macchina è risultato pieno dopo solo 6 euro di carburante.
Non ho ricevuto alcuna ricevuta ed ho scoperto che avevo perso 14 euro.

C’è qualcosa di sbagliato con questo sistema.
E’ necessario conoscere quanti galloni (litri) di benzina il serbatoio dell’auto può ancora contenere, prima di fare il rifornimento.
Se si mettono banconote in eccesso, l’erogatore automatico non dà resto.
Il consumatore resta truffato. Perchè  non c’è un sistema elettronico che consenta di tutelare i diritti del consumatore?
Mi sentii tradito, come sono sicuro molti altri che come me hanno subito questo abuso.
Se non siete l’agenzia più adatta per affrontare questo imbroglio sleale del pubblico, si prega di farmi sapere l’agenzia a cui dovrei rivolgere il mio reclamo.
Thank you, Roy Schlachter

Redazione Newsfood.com
Royschlach@aol.com

Leggi Anche
Scrivi un commento