La Fao sostiene che la crisi economica può rivelarsi un’opportunità per la gestione eco-sostenibile delle Foreste

La Fao sostiene che la crisi economica può rivelarsi un’opportunità per la gestione eco-sostenibile delle Foreste

Roma – La crisi economica può rivelarsi, nel medio e lungo periodo, un’opportunità per il settore forestale mondiale. Lo sostiene l’ottavo rapporto sullo Stato Mondiale delle
Foreste pubblicato dalla Fao. Lo studio – una pubblicazione biennale dell’agenzia dell’Onu – fornisce uno sguardo globale sul settore e, alla luce della crisi economica, sottolinea
come la difficile congiuntura economica possa aprire la strada ad uno sviluppo verde caratterizzato da investimenti nella gestione sostenibile delle foreste, la promozione dell’uso del legno
nell’edilizia e la diffusione delle energie rinnovabili da biomassa.   

Allo stesso tempo, il rapporto rileva un andamento a due velocità nella gestione forestale mondiale. I Paesi ai primi stadi di sviluppo economico tendono a sottoporre ad enormi pressioni
le loro foreste. Al contrario, quelli che hanno già raggiunto un elevato livello di sviluppo economico sono in grado di stabilizzare o aumentare la loro superficie
forestale.       

E’ quanto sta accadendo da alcuni anni in Europa, secondo il rapporto Fao, dove la superficie forestale continua ad espandersi rappresentando un quarto delle risorse forestali del mondo,
con circa 1 miliardo di ettari, di cui l’81 per cento è concentrato nella Federazione russa. Caso analogo è quello degli Stati Uniti, dove però il futuro del settore
è legato al tempo necessario ad uscire dalla crisi. Mentre in Africa, Asia e Sud America il settore forestale è caratterizzato da un alto tasso di deforestazione, per l’espansione
delle superfici agricole e la produzione di energia.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento