La Cooking Cup San Pellegrino brinda con Carpenè Malvolti

Conegliano (Tv), 30 giugno 2008.- I vincitori della ottava edizione della San Pellegrino Cooking Cup, forse non sapevano che il nome della bottiglia da 3 litri di Prosecco Doc di Conegliano e
Valdobbiadene Carpenè Malvolti detta Jeroboam, deriva da quello del re fondatore del regno di Israele nel IX secolo a.C. ma l’omaggio messo a disposizione da Carpenè
Malvolti, eletta proprio da pochi giorni ambasciatrice della cultura e del territorio veneto nel mondo, è stato molto apprezzato soprattutto per la qualità del vino
spumeggiante insignito di numerosi premi e l’eleganza della confezione.

La regata, evento che si pone fra glamour, sport e convivialità, si è svolta sabato 28 giugno 2008 nella splendida cornice tra il Lido di Venezia e l’isola di San
Giorgio Maggiore, e vi hanno partecipato 45 scafi, con equipaggi composti da velisti, vip e “chef”, provenienti da tutto il mondo che si sono sfidati in una battaglia velica e gastronomica, in
cui gli chef a bordo hanno dato il meglio superando le difficoltà del cucinare sotto coperta.

Le classifiche gastronomica e sportiva, risultate dal verdetto di due differenti giurie competenti – una composta da gourmet, enologi e chef di fama internazionale, l’altra da esperti velisti e
personaggi del mondo della nautica – sono state sommate per eleggere l’equipaggio vincitore dell’intera competizione, che si aggiudicato il prestigioso Trofeo Challenger S.Pellegrino Cooking
Cup.

Il vento favorevole ha favorito il buon esito della regata accelerandone i tempi e così alle ore 17 era già arrivato il primo equipaggio su “First of Hall” del circolo
velico Four Winds che ha raggiunto il ‘Timoteo’ di Vittorio Missoni su cui ad attendere i vincitori c’erano la giuria gastronomica presieduta da Paolo Marchi e il presidente Giorgio Orsoni
della Compagnia della vela di Venezia.

Nella serata presso la Fondazione Giorgio Cini nell’isola di San Giorgio si è tenuto il Gran Gala offerto dall’Istituto Grandi Marchi, dove i numerosi ospiti hanno potuto brindare
con il Prosecco Docdi Conegliano e Valdobbiadene Cuvée Oro affascinati dalla splendida architettura.

Leggi Anche
Scrivi un commento