La Cellulite è nel cervello

La Cellulite è nel cervello

Oramai ci hanno abituate a pensare alla cellulite come una vera e propria patologia. Convincendoci che prendersi il raffreddore o cominciare a vedere la pelle a buccia d’arancia sulle cosce sia
la stessa cosa.

E dal momento in cui ci siamo convinte di questo, anche il mondo della cosmesi si è trasformato in una giungla di trattamenti, massaggi e prodotti per “aiutarci a combattere il
problema”.

Oggi vorrei provare a farvi vedere la questione da un altro punto di vista.

La cellulite dipende da un legame chimico tra acqua, grasso e proteine che si legano tra loro dando forma ai caratteristici “buchetti” sulla pelle. Al di là di disquisizioni puramente
anatomiche sull’argomento vorrei farvi capire una cosa importante:

Il 90% della cellulite si trova nel “cervello”!
Il modo in cui ci hanno abituate a vedere le cose (cioè come fossimo tutti entità separate), ci ha condizionate al punto da scindere dentro noi stesse le varie “parti”;
generalmente è la parte pensante quella che diventa preponderante su quella fisica e quella “spirituale”.

Per come vedo io le cose (e anche 5000 anni di medicina tradizionale cinese), siamo formati da un’unica energia che si manifesta in corpo mente spirito, un’unica forza che ci accompagna nella
vita.

Ora tutto sta nel nostro equilibrio. Quando i 3 aspetti principali del nostro io si dimostrano in equilibrio avremo una situazione favorevole nell’interazione con noi stesse e con gli altri,
nel momento in cui si manifesta un disequilibrio, ecco che cominciano i cosiddetti “problemi“.

L’esempio più palese per noi donne è la sindrome pre-mestruale che cambia ogni mese in base sia ai nostri livelli ormonali sia a come il mese appena passato ha influenzato la
nostra vita (stress, brutte notizie, rilassamento, vacanza, super lavoro ecc…)

Durante gli anni passati a studiare e a lavorare mi sono resa conto che esistono profondi legami tra lo sviluppo della cellulite e lo sviluppo di certi percorsi mentali.

La società in cui viviamo ogni giorno ci obbliga a pensare all’essere donna come puro fattore estetico e non all’integrità del nostro Essere Donna. Tutto lo stress che
accumuliamo essendo donne, madri-mogli-sorelle, lavoratrici ci fa spesso dimenticare che siamo esseri speciali con un grande potere Emotivo.

Proprio questo genere di distrazioni ci portano lontane dal nostro vero essere, ma corpo e spirito, entità non separate dal resto, dimostrano la loro sofferenza con il linguaggio di cui
sono dotati.

Cominciano così strane paure, depressioni non per forza patologiche, mancanza di forza o di capacità ad affrontare le situazioni, sensazioni di soffocamento, di inadeguatezza,
ecc….

Come si manifesta tutto ciò nella sfera fisica?
Si comincia prima di tutto a trattenere liquidi e spesso anche a diventare stitiche o, al contrario, a perdere peso senza controllo non riuscendo poi a recuperarlo. Sono solo 2 facce della
stessa medaglia.

Trattenendo o disperdendo liquidi acqua e peso si innesca nel corpo un meccanismo di “stoccaggio” per poter immagazzinare le sostanze che si stanno velocemente perdendo, o per poter sistemare
l’enorme quantità di sostanze che non si riesce più ad eliminare.

Da QUI nasce la cellulite.
Potrete provare tutti i trattamenti, tisane depurative, massaggi, bendaggi, ginnastica, diete che il vostro portafoglio vi permetterà, ma come potrete constatare da sole, l’efficacia di
ciò che proverete durerà il tempo di qualche mese.

Spesso per risolvere il problema basta imparare a prendersi cura di sé che non significa solo impiastricciarsi di creme o andare a comprare qualcosa per tappare i buchi affettivi che ci
portiamo dentro.

L’unica vera e definitiva soluzione per poter risolvere il problema?
Togliere la CELLULITE DAL CERVELLO!

Il che significa reimparare da capo cosa significa per ognuna di noi essere donna, nel nostro intimo, ripensare a noi stesse ai nostri bisogni, capire chi siamo per noi stesse al di là
di ciò che ci dimostriamo di essere.

Esistono anche molte tecniche che aiutano a riportare insieme le frammentazioni del nostro essere aiutandoci a riscoprire il nostro stato naturale nella forma di corpo mente spirito. Niente di
tremendamente astruso o ascetico, ma semplici accorgimenti per ricordare a noi stesse “ci sono“.

Se siete interessate/i ad approfondire questo o qualsiasi altro argomento trattato potete lasciare i vostri commenti o le vostre domande qui sotto. Mi occuperò personalmente di
rispondere.

De Toni Valentina per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento