Inglese: «dispiace polemica con associazione Viva la Vita»

In merito alle dichiarazioni rese in data odierna dal Presidente della Associazione «Viva la Vita», il coordinatore della Commissione del Ministero della Salute per la Sla, Stefano
Inglese, precisa quanto segue:.

1. Il Dpcm che rinnova i Lea è alla firma del Presidente del Consiglio e sarà emanato questa settimana. In questo provvedimento oltre all’ampliamento delle prestazioni domiciliari
che riguardano anche i malati di Sla, è stata inclusa a regime la fornitura gratuita dei comunicatori vocali. L’Italia è stato il primo Paese insieme al Belgio a fornire tali
presidi già da quest’anno con un finanziamento apposito di 10 milioni di euro;
2. la Commissione ministeriale sulla Sla, contrariamente a quanto affermato, non solo ha prodotto il suo documento conclusivo (già in spedizione ai singoli componenti) ma, soprattutto,
ha portato a termine tutti i compiti a lei affidati. E in particolare: la stesura del decreto per eliminare i controlli periodici inutili per le invalidità irreversibili, compresi i
malati di Sla (già in vigore); l’aggiornamento del nomenclatore tariffario dei presidi, delle protesi e degli ausili che figura nei nuovi Lea; l’elaborazione dei nuovi Lea per
l’assistenza domiciliare; le nuove linee guida per la presa in carico della Sla elaborate insieme alle associazioni; il monitoraggio delle sperimentazioni in atto sulla Sla e l’indicazione di
nuovi criteri per l’assegnazione dei fondi per la ricerca che privilegino la Sla; l’attivazione del registro nazionale per i malati di Sla insieme all’Istituto superiore di sanità;
3. per quanto attiene, invece, il decreto di regolamentazione della broncoaspirazione, proposto da «Viva la Vita», va rilevato che in proposito non è stato riscontrato un
parere unanime da parte di operatori e rappresentati delle Associazioni di tutela.

Per questo – ha concluso Stefano Inglese – dispiace questa polemica, di cui onestamente non comprendo le ragioni. Tutto è certamente perfettibile ma la Commissione ha lavorato bene e ha
effettivamente portato a termine, nei limiti del tempo a nostra disposizione, i principali obiettivi che il Ministro Livia Turco ci aveva assegnato.

Leggi Anche
Scrivi un commento