Influenza A. Ecco le nuove linee-guida dell’OMS sui farmaci

Influenza A. Ecco le nuove linee-guida dell’OMS sui farmaci

L’Organizzazione Mondiale della Sanità espone le linee guida sull’uso dei farmaci (come il Tamiflu) contro l’influenza A, spiegandone l’importanza e la corrette modalità di
somministrazione.

A parlare è la dottoressa Nikki Shindo, esperta OMS sugli aspetti clinici del virus H1N1: “Abbiamo aggiornato le nostre linee guida cliniche per sottolineare che un intervento medico
precoce può’ salvare vite umane”.
In particolare, i farmaci devono essere somministrati ai soggetti deboli (donne in gravidanza, bambini e malati cronici) anche prima che i test rendano ufficiale la presenza della pandemia.
Spiega infatti la dottoressa Shindo: “La finestra di opportunità’ e’ molto stretta per invertire la progressione della malattia. Il farmaco deve essere somministrato prima che il virus
distrugga i polmoni”.

Detto questo, la studiosa spiega come in caso di “Persistente o rapido peggioramento dei sintomi”, come problemi di respirazione o febbre alta per più di tre giorni, anche i soggetti
più robusti debbano assumere antivirali, il tutto sempre sotto supervisione di un medico esperto.

Al di fuori di questi due casi (soggetti con debolezze organiche e soggetti “sani” ma con una forma grave d’influenza) gli antivirali non sono necessari. La terza (e più diffusa)
possibilità di manifestazione del virus H1N1 è infatti una forma lieve d’influenza che guarisce “da se”, senza bisogno d’intervento farmacologico.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento