Inflazione: Confagricoltura, le imprese agricole pronte a dare un contributo determinante ad alleggerire la bolletta energetica

Inflazione: Confagricoltura, le imprese agricole pronte a dare un contributo determinante ad alleggerire la bolletta energetica

La crescita dell’inflazione ad aprile ( 0,4% su marzo) e nell’anno ( 1,5% ad aprile 2010 su aprile 2009), è dovuta soprattutto alla componente energetica. Al netto di essa l’inflazione
scende all’1,2%. Lo sottolinea Confagricoltura analizzando l’andamento dell’indice dei prezzi al consumo di aprile, diffuso oggi dall’Istat.

Un contributo determinante al contenimento dei prezzi viene dall’agricoltura e dal sistema agroalimentare – fa presente Confagricoltura -. Infatti i prezzi al consumo dei prodotti alimentari
sono rimasti immutati anche ad aprile rispetto al mese precedente (-0,2% rispetto al corrispondente mese del 2009). Ma Le imprese agricole sono pronte a dare un contributo determinante pure per
alleggerire la bolletta energetica.

A tal proposito Confagricoltura attende fiduciosa il “Piano di azione nazionale per le energie rinnovabili” del governo – da inviare a Bruxelles entro il 30 giugno – sulle strategie da porre in
essere per conseguire l’obiettivo del 2020, anche attraverso le bioenergie, che per l’Italia è stato quantificato al 17%.

“Ci auguriamo – ha detto Confagricoltura – che il piano di azione nazionale dia modo di accrescere notevolmente l’impegno delle imprese agricole nel settore agroenergetico, affiancando la
produzione alimentare con lo sviluppo di sistemi a biomassa, biogas e fotovoltaici, in un’ottica di sostenibilità ambientale, nell’interesse anche del Paese e delle famiglie”.

Leggi Anche
Scrivi un commento