Inail: nuovo sistema di comunicazione degli infortuni

Inail: nuovo sistema di comunicazione degli infortuni

Il 21% dei lavoratori italiani e’ preoccupato per la possibilita’ di incorrere in un infortunio: lo rileva una ricerca condotta congiuntamente da INAIL e da ISTAT sui 23 milioni di lavoratori
occupati nel secondo semestre 2007.
Un altro 20,4% teme le posture dannose e i movimenti incongrui per spostamenti di carichi, il 16% si preoccupa dei gas, delle sostanze chimiche e delle esalazioni dannose e quasi il 15% lamenta i
pericoli di rumori e vibrazioni eccessive. Ad essere piu’ preoccupati sono gli uomini (27,3%) , meno le donne con solo 11,5%.
Piu’ sensibili a questi tipi di rischi fisici sono gli operai, specie quelli appartenenti al settore delle costruzioni, dei trasporti e dell’agricoltura, dove e’ maggiore l’incidenza
infortunistica.
  E proprio in tema di infortuni, per agevolare da parte delle grandi aziende la procedura di denuncia di infortunio, l’INAIL ha messo a punto un nuovo sistema di comunicazione che permette
l’invio dei dati rimanendo all’interno del proprio sistema informativo e senza la necessita’ di connettersi ad internet.
  Il servizio, che per ora riguarda Ferrovie dello Stato, Telecom e CNA, fa parte del Sistema Pubblico di Cooperazione Applicativa (SPCoop), si muove sulle linee di riforma della P.A.
promossa dal Piano di E-Government 2012. e portera’ presto l’INAIL ad offrire servizi specificamente progettati per la cooperazione e l’integrazione con le grandi aziende pubbliche e private. Con
questo nuovo sistema, qualsiasi operatore appartenente alla rete dell’azienda che aderisce all’iniziativa puo’ attivare il processo di invio della denuncia di infortunio rimanendo all’interno del
proprio sistema informativo e senza cambiare le proprie modalita’ di lavoro. Risultati previsti, maggiore facilita’ di colloquio con INAIL, significative economie di scala, semplificazione
burocratica.
 

Leggi Anche
Scrivi un commento