Immigrazione, Piccinini (CGIL): apprezzamento per dissenso parlamentari Pdl

Immigrazione, Piccinini (CGIL): apprezzamento per dissenso parlamentari Pdl

Roma – La Cgil apprezza la presa di posizione dei cento deputati del Pdl che hanno chiesto al premier Silvio Berlusconi di non porre la fiducia sul ddl sicurezza per le ‘norme
inaccettabili’ in esso contenute, come l’obbligo per i medici di denunciare i migranti irregolari. A sottolinearlo è la segretaria confederale della Cgil, Morena Piccinini.

“Apprezziamo che tanti parlamentari della Pdl – osserva Piccinini – abbiano espresso un vivo dissenso al voto di fiducia sul disegno di legge in materia di sicurezza. Il fatto che sia la 
prima volta che si manifesti con tale nettezza una così significativa presa di distanza rispetto ai provvedimenti del governo evidenzia come le ripetute denunce della Cgil contro questo
provvedimento siano fondate”. La dirigente sindacale ricorda, infatti, la lettera che il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani, e quello della Funzione Pubblica, Carlo Podda, hanno
inviato ai parlamentari “per sottolineare con forza l’illegittimità di quei provvedimenti nonché la loro immoralità”.

“Dopo la presa di posizione di tanti membri del Pdl – conclude Piccinini – ci auguriamo che il percorso parlamentare possa portare alla modifica radicale di questi aspetti del disegno di legge
sulla sicurezza”.

Leggi Anche
Scrivi un commento