Il superindice dell'OCSE conferma rallentamento. Italia a 0,4

Si conferma il rallentamento delle prospettive di crescita dell’area Ocse, lo segnala il superindice di gennaio, che registra un calo di 0,2 punti su base mensile e di 2,4 su base annua, per
quanto riguarda l’economia italiana, si segnala un incremento del superindice di 0,4 punti rispetto a dicembre, ma un calo di 3,5 su gennaio 2007, e si conferma la tendenza al ‘rallentamento’.

«Gli ultimi indicatori – sottolinea l’Ocse nella nota – suggeriscono un rallentamento dell’attività’ economica nella zona Ocse. I dati di gennaio mostrano un indebolimento delle
prospettive di crescita per le sette grandi economie».
Per la zona euro l’Ocse prevede un calo di 0,1 punti su mese e di 2,4 punti su anno, con prospettive di crescita di ‘rallentamento moderato’. Piu’ forte il calo del G7, che scendono di 2,7
punti su anno e di 0,4 su mese, sempre con prospettive di ‘rallentamento moderato’.

Per gli Stati Uniti l’Ocse registra un calo di 0,9 punti su mese e di 2,6 su anno, mentre il Giappone registra una crescita di 0,7 punti su mese ma un ribasso di 4,4 punti su anno. Passando
all’Europa, il Regno Unito cede 0,4 punti su mese e 1 su anno, la Francia rispettivamente 0,4 e 1,4, la Germania fa -0,1 e -2,6.

Quanto alle economie emergenti, l’India scende a dicembre di 0,9 punti su mese e 1,4 punti su anno, mentre la Russia cede 0,3 punti su mese e cresce di 2,5 su anno. Il Brasile, infine, unico
Paese la cui prospettiva e’ di ‘forte espansione’, registra un -0,6 su mese e un 4,2 su anno.

Leggi Anche
Scrivi un commento