Il rumore del rischio: gli Mp3 possono danneggiare l’udito

Il rumore del rischio: gli Mp3 possono danneggiare l’udito

Troppo spesso, i giovani amanti del Mp3 tendono a sottovalutare i pericoli derivanti da un cattivo uso del lettore.

Questo è quanto emerge da una ricerca opera del Dipartimento di Sanità Pubblica e della divisione di Otorinolaringoiatra dell’Erasmus Medical Center di Rotterdam in collaborazione
con altri centri medici e pubblicata sulla rivista “Pediatrics” (luglio 2009).

Lo studio, condotto nel 1997, aveva come obiettivo la valutazione dei rischi legati al sentire musica degli adolescenti, e la capacità di quest’ ultimi di proteggere.

Gli scienziati hanno analizzato un campione di 1.687 adolescenti di età compresa tra i 12 e i 19 anni, appartenenti 68 classi di 15 scuole secondarie olandesi.

Durante la fase di controllo, i giovani hanno compilato un questionario sui loro comportamenti durante l’ ascolto della musica (frequenza, intensità del volume, uso di accessori come gli
auricolari e cosi via).

I dati raccolti hanno sottolineato come il 90% dei partecipanti ascolta la musica sul lettore Mp3 attraverso gli auricolari.

Il 32,8% ne fa un uso frequente, mentre il 48% ascolta la musica ad alto volume, solo il 6,8% utilizza il limitatore di volume.

In generale, più gli intervistati usano il lettore Mp3 più cresceva il volume della musica ascoltata.

Inoltre, i ragazzi delle scuole professionali alzavano il volume più dei pari età frequentanti le scuole pre universitarie.

Secondo i ricercatori, il loro studio dimostra come gli amanti dei lettori Mp3 non adottino abbastanza precauzioni (come il limitatore di volume) ne pagheranno il prezzo in età avanzata
con gravi deficit d’ udito.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento