Il punto sugli ex-zuccherifici Eridania Sadam

C’è qualcuno che ha cambiato idea, se fino a ieri erano tutti entusiasti del risultato raggiunto nella vertenza sull’ex zuccherificio di Russi, c’è chi oggi si ritrova ad
osteggiare lo stesso progetto di riconversione.

«Sappiamo che c’è una scadenza elettorale che per qualcuno è condizionante, che per qualcuno i voti contano più dei lavoratori e che gli interessi di lobby contano
più dello sviluppo del territorio» ha dichiarato amaramente Antonio Mattioli, segretario nazionale Flai. «Ma sappiamo anche che ci siamo stancati di sopportare fanfaronate e
prese di posizione strumentali tutte giocate sulla pelle dei lavoratori.» Tra fissi e avventizi, a Russi si gioca col futuro di circa 400 lavoratori.

Buone notizie invece per quanto riguarda lo stabilimento di Fermo. Nei giorni scorsi il Comune ha finalmente dato il via libera al progetto di riconversione dell’ex zuccherificio dell’Eridania
Sadam chiuso a causa della riforma europea dell’Ocm.
Ora non esistono più scuse accettabili per ulteriori ritardi nell’esecuzione di un progetto vitale per il futuro di 400 lavoratori e per l’intero territorio. Sperando che presto ci sia
una soluzione simile anche per Russi.

Laura Svaluto Moreolo

Leggi Anche
Scrivi un commento