Il Porticciolo, approdo sicuro per chi ama il buon pesce

Il Porticciolo, approdo sicuro per chi ama il buon pesce

 

Ha fatto del ristorante la sua casa, e questo da ben 27 anni. Tanto è il fuoco della passione che divora Ines Dall’Ara, la quale ama definirsi un «orsetto da
cucina». E in cambusa vive e dimora, circondata dagli eleganti ma mai pretenziosi arredi in stile marinaro del rinomato ristorante Il Porticciolo, fra i primissimi (e più
costanti nella qualità senza se e senza ma) locali di pesce sotto la Mole.

Ines ha iniziato a spadellare giovanissima, appena uscita dalla scuola alberghiera Colombatto di Torino. Dire che cucina da tanti anni è fuorviante, poiché è ancora
parecchio giovane e graziosa. Soprattutto sono pimpanti, freschi, saporiti, profumati i suoi piatti, realizzati con immensa cura e dedizione, seguendo la sacrosanta stagionalità
dei contorni di verdura e quello che passa il mercato del pesce in città. Così ostriche, capesante, scampi e gamberoni, orate e branzini sono trattati in mille modi
diversi ma sempre squisitamente, e la carta dei vini, pur non essendo un librone da perderci mezz’ora, propone etichette selezionate da tutto il mondo, Alsazia e Australia
comprese – merito, qui, del bravo ex marito, col quale Ines ha mantenuto amicizia e rapporto di lavoro, ottimo maestro di sala e sommelier attento.

Accolti con professionalità e cortesia sulla porta che ricorda un bastimento, legno scuro e oblò, avvolti da un’atmosfera calda e intima, veniamo accompagnati ai
tavoli, ben distanziati e con un’elegante mise-en-place. Già gustando il piattino di benvenuto, o amuse bouche che dir si voglia, si capisce da subito che qui si fa cucina
di livello, pur senza esagerare con i prezzi. Perfino il pane è leggero, fragrante e fatto in casa: difficile non finirlo. La «cambusa» di donna Ines è uno
scrigno di sapori che ne fa probabilmente il miglior locale di pesce, certamente il più costante nella qualità, nel capoluogo sabaudo. Nostro il giudizio libero e fazioso.

Ristorante Il Porticciolo

Via Barletta, 58
telefono 011 321601
info@ilporticciolo.net
chiuso sabato mattina e lunedì

Stephan de Cernetic – Il Principe dei Sapori

Alcune referenze de «Il Porticciolo»:

«Se volete riconciliarvi con la «cucina d’autore», amate i sapori del mare e siete nella disposizione d’animo giusta per regalarvi qualcosa di speciale, fate rotta
verso «Il Porticciolo».

Guido Barosio
Torino Magazine

«E’ quasi inutile continuare con i complimenti in quanto non basterebbero mai a ripagare questi artefici della buona tavola per la splendida serata che ci hanno fatto
trascorrere»

Alessandro Alì
Santa Margherita S.p.A.
Venezia

«Ottima cucina, cura nei particolari, ambiente marinaro con mobili navy e teloni bianchi e blu, bella carta dei vini, servizio eccellente»

La Stampa
23 aprile 1999

Al Ristorante n. 1 «Il Porticciolo» di Ines e Silvio

Con amicizia e Stima

Paolo Canè
Campione Italiano di Tennis

«Eccellenti ricette di pesce leggere e creative, una felice selezione di trecentotrenta bottiglie, cura e attenzione per ogni dettaglio: il porticciolo porta in tavola un
Mediterraneo d’autore»

Guido Barosio
Torino Magazine

Locale segnalato da:

Panorama – Aprile 1999
I Ristoranti dell’Accademia 2003
Ristoranti di Veronelli 2003
I Ristoranti d’Italia 2003 (Le guide dell’Espresso)
Guida critica e golosa di Paolo Massobrio 2003

Redazione Newsfood.com

 

Leggi Anche
Scrivi un commento