Il Ministro Rutelli a Città del Vino: “Enoturismo e golf, binomio da rafforzare”

Golf, vino ed enoturismo sono ideali compagni di strada per lo sviluppo dell’offerta turistica italiana, sui quali investire per rilanciare la nostra posizione competitiva, a dichiararlo in una
lettera a Città del Vino in vista della finale della Wine Tour Cup, il Torneo di Golf organizzato dall’Associazione in collaborazione con Coldiretti e Professional Golf, è il
ministro per i Beni e Attività Culturali, e vicepresidente del Consiglio, Francesco Rutelli.

“Apprezzo molto l’abbinamento tra golf e cultura del vino, perché rappresenta uno di quei binomi che dobbiamo promuovere e rafforzare per un pieno rilancio della nostra offerta turistica
– ha detto Rutelli -. Si tratta di due ambiti di eccellenza al di fuori del turismo più convenzionale, che hanno un richiamo particolare per un numero crescente di turisti di ogni parte
del mondo. Sport, natura, enogastronomia e qualità sono tra le leve principali sulle quali investire per rilanciare la nostra posizione competitiva”.

La finale della Wine Tour Cup, ha detto ancora il ministro Rutelli, “intende valorizzare in maniera armoniosa le capacità ricettive in un contesto naturale tra i più belli in
Italia, la Maremma Grossetana. Alla manifestazione sportiva si associa il grande successo che continua a riscuotere il vino italiano, sia in termini di export sui mercati internazionali sia
come attrattore turistico. Un’affermazione – ha concluso il Ministro – che si fonda su qualità e tradizione e che, anche grazie alle Città del Vino, conosce un momento di grande
crescita”.

“Ringraziamo il Ministro per l’attenzione mostrata verso le nostre attività e per la fiducia nella capacità del turismo del vino di arricchire l’offerta italiana – ha detto
Valentino Valentini, presidente di Città del Vino -. Siamo convinti anche noi che si debba rafforzare il settore e promuovere nuove forme di viaggio nei territori rurali, come stiamo
facendo da diversi anni con la Wine Tour Cup”.

La finale della Wine Tour Cup è in programma dal 23 al 25 novembre al circolo del Golf Club Il Pelagone, di Gavorrano (Grosseto). Organizzata in collaborazione con i produttori di
Campagna Amica, della Coldiretti, e di Professional Golf, l’obiettivo del Torneo di Golf delle Città del Vino è quello di unire gastronomia di qualità, vino e sport,
enoturismo e turismo del golf, per creare nuove occasioni di crescita economica e sviluppo dei territori a vocazione vitivinicola.

Il turismo del vino (fonte V rapporto Città del Vino/Censis) cresce ormai al ritmo del 6 per cento l’anno e vale oggi circa 2,5 miliardi di ?. Sta inoltre dimostrando di essere un’ottima
leva per attirare gli appassionati di golf, sport che in Italia vale circa 100 milioni di ? con un aumento di nuovi giocatori del 6-7 per cento l’anno. Sono invece 6,5 milioni i giocatori di
golf presenti in Europa e oltre 330 i campi italiani, praticamente raddoppiati negli ultimi quindici anni, come pure i giocatori nazionali con oltre 81mila tesserati. Il turista golfista,
secondo i dati del Censis, nella maggioranza dei Paesi europei ha uno status e una capacità di spesa medio alta ed è, per sua natura, continuamente in viaggio alla ricerca di
nuovi green: mediamente il 75 per cento dei giocatori che effettua vacanze all’estero dichiara di scegliere campi sempre diversi.

Leggi Anche
Scrivi un commento