Il marchio collettivo Artigiani In Liguria a Sarzana

Il marchio collettivo Artigiani In Liguria a Sarzana

Si tratterà di un workshop che vedrà l’esposizione e la mostra dedicata al settore Ferro battuto e forgiato, Cioccolato, Ceramica e Vetro legati al marchio Artigiani In Liguria.

L’evento del 19 dicembre fa parte del calendario eventi dedicati al marchio Artigiani In Liguria 2009.

Al fine di promuovere il marchio collettivo Artigiani In Liguria sono stati pianificati una serie di eventi suddivisi per le quattro province liguri:

Cioccolato a Palazzo evento dedicato al cioccolato svoltosi il 17 settembre, Genova presso Liguriastyle.it;

In Nero evento dedicato all’ardesia della Val Fontanabuona svoltosi dall’11 al 17 novembre Genova presso Liguriastyle.it);

Fili di Liguria evento dedicato ai Damaschi e tessuti di Lorsica, Sedia di Chiavari, Filigrana di Campo Ligure e Velluto di Zoaglidall’26 novembre
all’8 dicembre Genova presso Liguriastyle.it.

Per proseguire con un evento dedicato al ferro battuto e forgiato in provincia della Spezia, sulla ceramica ed il vetroa Savona ed uno sulle decorazioni con varietà vegetali fresche e
secchein provincia di Imperia.

Ogni evento, inoltre, ha l’obiettivo di promuovere tutti i prodotti aderenti al marchio.

Programma dell’evento

Artigiani In Liguria 2009 – Ferro battuto e forgiato (imprese iscritte al marchio a livello regionale) in abbinamento a Cioccolato, Ceramica e Vetro (imprese iscritte al marchio a livello
provinciale della Provincia Della Spezia).

19 dicembre

Presso l’atrio del Comune in Piazza Matteotti 1, dalle ore 10.00 alle ore 19.00, saranno allestiti gli spazi dedicati alle imprese della Spezia che hanno aderito al marchio entro dicembre 2009
ed alle ore 11.30 presso la sala del Consiglio si terrà la presentazione del marchio Artigiani In Liguria a cura di Renzo Guccinelli -Assessore allo sviluppo Economico Regione Liguria,
Massimo Caleo -Sindaco di Sarzana, Aldo Sammartano -Presidente Camera di Commercio della Spezia, Alfredo Toti -Presidente Confartigianato della Spezia, Evardo Lorenzini Presidente Provinciale
CNA della Spezia e Vice Presidente CNA Liguria.

Brevi cenni sui prodotti coinvolti il 19 dicembre

Ferro battuto e forgiato

La tradizione ligure del ferro battuto risale al ‘200, con botteghe artigiane situate in prossimità dei rivi d’acqua. Si realizzavano all’inizio armi ed armature, poi
filo di ferro, chiodi, catene, il tutto in funzione delle richieste provenienti dai cantieri della costa. La lavorazione è stata anche simbolo delle tradizionali botteghe ferraie di ogni
centro storico, sia nei borghi che nei centri rurali liguri.
Oggi la lavorazione del ferro battuto si arricchisce per la fusione della tecnica e precisione del fabbro con l’innovazione del designer, che danno vita ad un progetto e disegno ideato e
“scalfito” nella mente e nell’animo dell’artigiano – designer.

Cioccolato

Grazie all’arrivo dei semi di cacao in Europa sul finire del ‘500, la cultura del cioccolato si diffuse rapidamente nelle abitudini e nei gusti dell’epoca. Sarà la sua versione
“cioccolata calda”, ricetta scoperta in Spagna nel ‘600 proprio per merito di un italiano, a diventare status symbol dell’aristocrazia nobiliare delle corti europee. Nel ‘700 la “moda
del cioccolato” si diffonde anche in Italia, con l’apertura delle prime cioccolaterie, grazie alla disponibilità della materia prima ed alla sua commercializzazione. Ancora oggi la
lavorazione del cioccolato in Liguria non è solo un’arte ma anche un’alchimia perfetta data dalla selezione e combinazione di ingredienti semplici ma speciali e dalla maestria che persiste
nella tradizione artigianale ligure e produce l’aroma intenso, ineffabile ed irrinunciabile del cioccolato.

Ceramica

La lavorazione della ceramica ligure ha origini antiche che risalgono già dalla seconda metà del XII secolo e vive un momento di splendore tra il ‘500 e ‘600 grazie
all’arte della maiolica. È il ‘900 il secolo in cui l’arte della ceramica ligure rifiorisce, raggiungendo risultati esemplari con nuove produzioni “alla moda”, grazie all’eccellenza
innovativa albisolese ed ai contatti con artisti internazionali, che hanno ispirato, come un “vento rivoluzionario creativo” la rinascita culturale del settore, diffondendosi dal ponente al
levante ligure, e favorendo ancora oggi l’espandersi dell’arte della ceramica in laboratori ed atelier in tutta la regione.

Vetro

In Liguria la lavorazione del vetro nasce intorno alla prima metà del XII secolo, pare dopo l’insediamento nell’isola di Bergeggi (Savona) di una comunità di monaci benedettini
provenienti dalla Provenza. Nel Medioevo il centro principale è Altare, ma l’arte vitrea si diffonde rapidamente su tutto il territorio ligure: nel ‘300 nell’entroterra genovese, nel
‘600 e ‘700 nel savonese, nello spezzino ed a Genova grazie agli investimenti delle ricche famiglie nobili. Ancora oggi nel territorio ligure la lavorazione artigianale del vetro
è simbolo di qualità nell’esecuzione, data dalla fusione di svariate tecniche tradizionali ed innovative, che si caratterizzano perché ottenute grazie alla sinergia e fusione
di culture dverse tali da garantire un processo produttivo eccellente e particolare.

Imprese che hanno aderito al Marchio ARTIGIANI IN LIGURIA

FERRO BATTUTO E FORGIATO LIGURI

Officine Poli di Castelnuovo Magra (SP)
Fratelli Rivara di Isola del Cantone (GE)
Il ferro di cavallo di Genova
Burroni Danilo di Ceranesi (GE)
Francone Fabrizio di Sanremo (IM)
Patrone Battagli di Campomorone (GE)
Carpentferro di Savona
Alba Metal di Vezzi Portio (SV)

IMPRESE DELLA SPEZIA

CIOCCOLATO

Il Mandorlo di Landini Francesco & C. di Sarzana (SP)

CERAMICA

Chiaudani Silvana di Deiva Marina (SP)
Rossi Giampiero di Ortonovo (SP)
Fabbrica d’Arte Monterosso di Pignone (SP)

VETRO

Arte Vetro di Casalini Stefano della Spezia

Le imprese che fino ad ora hanno aderito al marchio sono oltre 50.

Artigiani In Liguria
Un marchio per riconoscere l’Artigianato Ligure di qualità

La Regione Liguria con la Legge Regionale 2 gennaio 2003 n.3 ha voluto promuovere e tutelare le lavorazioni artigianali artistiche, tradizionali, tipiche di qualità attraverso un sistema
di certificazione basato su un marchio di origine creando il marchio collettivo Artigiani In Liguria.

Il marchio consente di far riconoscere e distinguere le botteghe e le lavorazioni artigianali liguri.

Rappresenta un vero e proprio mezzo di valorizzazione e differenziazione sul mercato per le imprese, un valore aggiunto e ulteriore garanzia per il cliente finale.

La Commissione Regionale per l’Artigianato, incaricata dalla Regione Liguria della realizzazione del progetto, ha individuato dieci settori artigianali di nicchia liguri, che rappresentano i
più significativi ed antichi mestieri del territorio, conservati grazie alla professionalità degli esperti ed abili artigiani.

Per queste storiche dieci lavorazioni sono stati scelti due approcci certificativi distinti, atti alla loro valorizzazione: la certificazione di Prodotto e quella di Processo.

1. Certificazione di Prodotto

Ardesia della Val Fontanabuona, Damaschi e tessuti di Lorsica, Sedia di Chiavari, Filigrana di Campo Ligure e Velluto di Zoagli.

Si tratta dello strumento di tutela di prodotti di qualità, caratteristici del territorio in cui si realizzano e da cui prendono tradizionalmente il nome, contraddistinto sul mercato da
un marchio applicato direttamente sulle confezioni ad etichetta a garanzia dell’origine e delle sue caratteristiche distintive, ottenute grazie al rispetto di antiche tecniche di lavorazione
stabilite nel disciplinare di produzione.

2. Certificazione di processo

Ceramica, Cioccolato, Decorazione con varietà vegetali fresche e secche, Ferro battuto e forgiato e Vetro.

Si tratta dello strumento di tutela di un processo produttivo, definito nel disciplinare di produzione, che segue una tradizione da tempo diffusasi in Liguria identificabile nell’abile ed unica
maestria dell’artigiano ligure.

Il marchio Artigiani In Liguria sintetizza il mare(nel colore azzurro/turchese) e le colline liguri(nel colore verde). Una semplice traduzione in grafica della Liguria per dare risalto alle
pregiate produzioni artigianali liguri che aderiscono al marchio.

Le imprese che intendono aderire al marchio devono essere iscritte agli Albi provinciali dell’Artigianato e compilare la documentazione che si può scaricare dal sito
www.artigianinliguria.it. La domanda è assolutamente gratuita per le aziende.

Il marchio “ARTIGIANI IN LIGURIA” è garantito dalla Regione Liguria, gestito dalla Commissione Regionale per l’Artigianato in collaborazione con le Associazioni di categoria del settore,
C.N.A. Liguria e Confartigianato Liguria, ed è controllato dal Sistema delle Camere di Commercio Liguri.

Leggi Anche
Scrivi un commento