FREE REAL TIME DAILY NEWS

Il Magnesio, un prezioso alleato del benessere soprattutto in estate

Il Magnesio, un prezioso alleato del benessere soprattutto in estate

By

Milano – E’ finalmente arrivata, accompagnata da temperature tropicali, la tanto attesa estate: la stagione delle vacanze, delle giornate da trascorrere all’aperto e delle serate da condividere con gli amici.

Le giornate più lunghe e le temperature più elevate aiutano a restare attivi fino a tardi ma per dedicarsi alle tante attività “extra” trascurate nel corso dell’inverno serve una carica di energia in più: la dottoressa Caterina Origlia, specialista in Medicina Interna, aiuta a capire come affrontare al meglio questa calda estate 2015.

“Il corretto utilizzo degli oligoelementi può sempre rappresentare la carta vincente per affrontare con una marcia in più le attività consuete o quelle “extra”, in particolare, quelle sportive e all’aria aperta” afferma senza esitazione la dottoressa Origlia. “E c’è un elemento in particolare da tenere con sé in questa stagione: il Magnesio. Non è un “semplice” oligoelemento: è il catalizzatore di trecento e più enzimi ed è in grado di interagire con tutti i meccanismi di attivazione cellulare. E’ un riequilibrante perfetto e può essere assunto da tutti: sia da coloro che arrivano “esauriti” alla partenza per le tanto agognate vacanze e avvertono quindi l’esigenza di “ricaricarsi”, sia da coloro che subiscono lo stress accumulato e soffrono di irritabilità e nervosismo. In abbinamento a una corretta alimentazione, ricca in semi e cibi integrali, l’oligoelemento Magnesio va bene anche per chi deve essere “sedato” e non riattivato o tonificato ulteriormente” prosegue Caterina Origlia.

Il Magnesio, quindi, ha una duplice funzione e si rivela ideale davvero per tutti: dà tonicità ma anche rilassamento, è antagonista di adrenalina e noradrenalina ed è perfetto in una stagione come quella estiva, nel corso della quale l’organismo è sottoposto a molte sollecitazioni: basti pensare allo “stress del cambiamento”, ai viaggi, all’attività fisica più frequente, alla sudorazione, ai ritmi intensificati, all’alimentazione più ricca di zuccheri (basti pensare al frequente consumo dei gelati), etc…

“Non vanno inoltre trascurati anche gli aspetti in apparenza più banali” aggiunge la dottoressa Origlia- “come il fatto di dormire meno, di avere difficoltà nell’addormentarsi, di dover “combattere” contro le fastidiose zanzare e di dover riaffrontare parenti sgraditi… Anche in tutti questi casi, il Magnesio può aiutare”.

La dottoressa Caterina Origlia, medico specialista in Medicina Interna e in Terapia Olistica
La dottoressa Caterina Origlia, medico specialista in Medicina Interna e in Terapia Olistica

Non dobbiamo quindi considerare il Magnesio “un’esclusiva” delle donne, fruitrici ideali di questo elemento. “Generalmente” -afferma Origlia- “le donne sono più attente ad alcuni segnali del corpo, ed è per questo motivo che sono da sempre le più predisposte ad assumere il Magnesio per “ricaricare le batterie”. Le donne sono spesso stanche perché sono multitasking: lavorano fuori casa e mandano avanti casa e famiglia, con grandi sacrifici e conseguente dispendio di energie. Inoltre, il ciclo mestruale può debilitare un organismo già affaticato, che dall’assunzione del Magnesio può trarre notevole giovamento: riduce sensibilmente i dolori mestruali regolando ipotalamo, ipofisi e ovaie. Non va però dimenticato che, negli uomini, è in grado di regolare ipotalamo, ipofisi e testicoli: quindi, regolando il sistema ghiandolare, è adatto anche all’universo maschile e particolarmente indicato per coloro che praticano un’intensa attività sportiva che li porta a “bruciare” molto Magnesio. Un’altra categoria che non dovrebbe fare a meno del Magnesio è quella dei diabetici; senza dimenticare che , agendo sulla detossificazione del fegato, questo oligoelemento è un prezioso alleato per chi accusa sofferenze epatiche o per chi necessita di un sostegno per il cuore”.

Le dosi vanno sempre personalizzate a seconda delle diverse esigenze e delle condizioni in cui l’organismo si trova: “Come sempre, la dose è da stabilire in base a diversi fattori, a maggior ragione nel caso del Magnesio che “modula”. Ma direi che nelle forme più leggere di carenza da Magnesio può bastare una fiala due volte a settimana. Chi invece arriva alla partenza per le ferie sentendosi stanchissimo dovrà assumere una fiala due volte al giorno. C’è chi lo assume per una o due settimane e chi invece non rinuncia alla sua dose di Magnesio tutto l’anno: non c’è una regola precisa. Di certo, se ci si sente stanchi è bene iniziare prima del “grande caldo”: anche dalla tarda primavera, è possibile assumere questo oligoelemento, in modo da riequilibrarsi in maniera più graduale”.

Via libera quindi a un’estate senza stanchezza, senso di affaticamento e irritabilità, grazie al Magnesio.

Informazioni su IMO – DA 65 ANNI L’OMEOPATIA IN ITALIA

IMO (Istituto di Medicina Omeopatica) nasce nel 1947 su iniziativa di un gruppo di medici omeopati italiani. L’obiettivo era quello di favorire la divulgazione e lo sviluppo di una pratica medica alternativa, sull’esempio dei successi registrati dall’omeopatia in Paesi stranieri, come Francia, Germania e Inghilterra, con una tradizione omeopatica più antica e sviluppata, mettendo a disposizione della classe medica i rimedi da tempo usati con successo in tali Paesi esteri. IMO, che compie 65 anni quest’anno, può a buon titolo attribuirsi il merito di aver favorito la diffusione dell’omeopatia nel nostro Paese, attraverso una lunga storia di attività e impegno costanti. Per molti anni IMO ha rappresentato l’unica realtà in Italia in grado di fornire a medici e farmacisti una soluzione terapeutica, e non solo, alle molteplici necessità della medicina omeopatica.

Attualmente continua a ricoprire la parte di primo attore protagonista sulla scena del mercato omeopatico italiano. Dal punto di vista scientifico, l’esperienza maturata in tanti anni di attività alla ricerca di prodotti affidabili e all’avanguardia ha consentito alla IMO di acquisire un notevole know-how nello sviluppo delle tecniche di produzione e di controllo qualità, divenendo un punto di riferimento insostituibile per medici, farmacisti e pazienti. http://www.omeoimo.it

Chiara Danielli
Redazione Newsfood.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: