Dario Chiriacò, omeopata: “Omeopatia e fitoterapia contro insonnia e calo di forze”

Dario Chiriacò, omeopata: “Omeopatia e fitoterapia contro insonnia e calo di forze”

Milano – Come ogni anno, il caldo arriva all’improvviso: l’estate inizia sempre più spesso con picchi di temperatura tipici del culmine della stagione.

A soffrirne di più sono gli individui di costituzione carbonica e fosforica, che possono andare incontro a insonnia e squilibri dell’umore, ma non sono risparmiati nemmeno gli anziani e naturalmente ragazzi e giovani (che proprio nei mesi più caldi sono sottoposti al forte stress provocato da esami di maturità o universitari o addirittura dalla discussione delle tesi di laurea).

Come fare per affrontare nel modo più efficace questa situazione? “Innanzitutto è fondamentale cercare di dormire la notte, per recuperare energie, e osservare un’alimentazione il più possibile ricca in alimenti freschi, che apportano vitamine e sali minerali” afferma Dario Chiriacò, omeopata, presidente dell’Ordine dei Medici di Rieti e responsabile della commissione della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (FNOMCEO) per le medicine non convenzionali.

“E poi non perdiamo di vista l’omeopatia, le cui proposte sono prive di effetti indesiderati, non causano dipendenza e consentono di sfruttare al meglio le risorse di ciascun individuo, aiutandolo a ripristinare un equilibrio ottimale. Per vincere stanchezza e strati di prostrazione psico-fisica, un riferimento quanto mai importante è un tonico omeopatico, da assumersi normalmente al dosaggio di una fiala al mattino. Esso è costituito da Acidum phosphoricum, efficace sulla scarsa capacità di concentrazione psichica, apatia e sonnolenza; Citrus medica limonum, attivo sulla depressione generale; Cocculus, indicato per astenia, esaurimento psico-fisico, vertigini e ipotensione arteriosa; Ginseng, caratterizzato da un’azione stimolante e tonica generale sinergica con gli altri componenti; Helonias dioica e Ignatia, utili nei casi di esaurimento nervoso e irritabilità; Sepia, efficace sull’instabilità emotiva e infine Zincum metallicum, che consente di controllare stati di astenia e nevrastenia”.

Per conciliare il riposo, particolarmente efficace si rivela un medicinale omeopatico contenente dei rimedi di origine vegetale: “E’ composto da Avena sativa, Chamomilla, Coffea, Eschscholtzia, Humulus lupulus, Ignatia, Passiflora incarnata, Valeriana e Zincum valerianicum: essi agiscono sul sistema nervoso, calmando stati di irrequietezza psichica, sovraeccitamento del sistema nervoso e manifestazioni somatiche di stati d’ansia” precisa Chiriacò. “Di norma si consiglia l’assunzione di 10-15 gocce in poca acqua, oppure 1-2 compresse, 3 volte al dì prima dei pasti. In caso di insonnia cronica, invece, è indicata l’assunzione alla sera di 20 gocce, o 2 compresse, per un periodo di tempo prolungato. Una volta avuti dei miglioramenti, è sufficiente una dose di 10-15 gocce, o 1-2 compresse, prima di coricarsi. Per chi preferisce assumere il prodotto in compresse, ricordo che vanno lasciate sciogliere sotto la lingua”.

Rispetto alla medicina omeopatica, il trattamento fitoterapico contro l’insonnia vanta radici ancora più antiche: da sempre le erbe ad azione ipnoinducente vengono utilizzate sotto forma di estratti o di infusi, assunti prima di andare a letto da sole o in associazione con altre.

Per conciliare il sonno, niente di meglio di un particolare complemento erboristico, REM l-T, che associa alle ben note Valeriana e Passiflora la l-Teanina un aminoacido estratto dalle foglie del tè verde.

La Passiflora incarnata, calmante e antispasmodica, si dimostra utile alle persone particolarmente ansiose e oppresse da pensieri ricorrenti che si lasciano facilmente influenzare dai cambiamenti di stagione e di vita per indurre un sonno fisiologico e un risveglio rapido e completo senza conseguenze di depressione o alterazioni psichiche; la Valeriana officinalis, dotata di apprezzabili effetti sedativi è in grado di ridurre il tempo di latenza necessario per addormentarsi e la frequenza dei risvegli notturni.

La l-Teanina, invece, facilita il rilassamento e riduce l’eccitazione a livello cerebrale, stimolando il rilascio di dopamina e serotonina, un neurotrasmettitore che svolge un ruolo importante nella regolazione dell’umore e del sonno, mentre la dopamina influenza l’umore e l’eccitazione. La l-Teanina, inoltre, promuove l’aumento dei livelli di GABA (acido gamma-ammino-butirrico) un altro importante neurotrasmettitore che agisce a livello cerebrale riducendo la sensazione di eccitazione, ansia e nervosismo, contrastando ulteriormente i problemi di insonnia.

REM l-T è un fitoterapico ben tollerato da tutti, che favorisce il rilassamento e il sonno in caso di stress, minimizzando il rischio di creare dipendenza o di provocare altri effetti collaterali; riduce la frequenza dei risvegli notturni, facilita l’addormentamento, elimina la sensazione di stanchezza mattutina, aumenta la qualità del sonno, ripristina il sonno fisiologico e consente anche di ridurre l’eventuale assunzione di altri farmaci. REM l-T è disponibile in capsule, da assumere alla dose di una capsula circa 30 minuti prima di coricarsi la sera.

Informazioni su IMO – DA 65 ANNI L’OMEOPATIA IN ITALIA

IMO (Istituto di Medicina Omeopatica) nasce nel 1947 su iniziativa di un gruppo di medici omeopati italiani. L’obiettivo era quello di favorire la divulgazione e lo sviluppo di una pratica medica alternativa, sull’esempio dei successi registrati dall’omeopatia in Paesi stranieri, come Francia, Germania e Inghilterra, con una tradizione omeopatica più antica e sviluppata, mettendo a disposizione della classe medica i rimedi da tempo usati con successo in tali Paesi esteri. IMO, che compie 65 anni quest’anno, può a buon titolo attribuirsi il merito di aver favorito la diffusione dell’omeopatia nel nostro Paese, attraverso una lunga storia di attività e impegno costanti.

Per molti anni IMO ha rappresentato l’unica realtà in Italia in grado di fornire a medici e farmacisti una soluzione terapeutica, e non solo, alle molteplici necessità della medicina omeopatica. Attualmente continua a ricoprire la parte di primo attore protagonista sulla scena del mercato omeopatico italiano. Dal punto di vista scientifico, l’esperienza maturata in tanti anni di attività alla ricerca di prodotti affidabili e all’avanguardia ha consentito alla IMO di acquisire un notevole know-how nello sviluppo delle tecniche di produzione e di controllo qualità, divenendo un punto di riferimento insostituibile per medici, farmacisti e pazienti.

www.omeoimo.it

Chiara Danielli
Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Commento ( 1 )
  1. ALFONSO CARBONE
    7 Settembre 2015 at 12:15 pm

    va bene l’articolo di cui sopra pero’ vorrei sapere il nome delle gocce che dovrei acquistare in erboristeria relativa al mio problema,e cioe’ dormo poco la notte e a volte mi sento agitato. ho 68 anni la pressione arteriosa e’ buona , non prendo altri medicinali, tranne una mezza pastiglia sempre per la pressione alta grazie

Scrivi un commento