Nutrimento & nutriMENTE

“Il Gusto della Distinzione”: il tema scelto per la 17^ edizione di Golosaria

“Il Gusto della Distinzione”: il tema scelto per la 17^ edizione di Golosaria

By Redazione

La storica e inossidabile coppia di comunicatori – Paolo Massobrio e Marco Gatti – da anni impegnati a valorizzare il grande patrimonio eno-agro-alimentare italiano, ha “inventato” un altro slogan per invogliare i consumatori a scegliere sempre meglio e, cioè, “Il Gusto della Distinzione”. Che, poi, è anche il tema scelto per la 17^ edizione di Golosaria, la rassegna dedicata alle eccellenze dell’artigianato agroalimentare italiano, quest’anno in programma presso Allianz MiCo-Milano Convention Centre dal 5 al 7 novembre.

Il perché della “Distinzione” è subito spiegato: intanto per evidenziare l’unicità dei prodotti che saranno proposti a Golosaria e di quelli che sono presenti nella loro guida, Il Golosario; ma, anche, come simbolo di restituzione al territorio in termini di welfare, sostenibilità e colleganza, tema che sarà sviscerato nel corso del talk inaugurale in programma alle 16 di sabato 5 novembre, con gli interventi di quattro imprenditori che racconteranno le rispettive case history: Paolo Zegna (Oasi Zegna); Massimo Spigaroli (Antica Corte Pallavicina); Massimo Gianolli (La Collina dei Ciliegi) e Paolo Patrone (Dimora Giorni di Pignola).

Il professor Lorenzo Morelli tratterà invece il tema delle coltivazioni future in agricoltura. Seguito subito dal talk “Amici da una vita nel segno della distinzione” con protagonista l’ambasciatore dell’alta pasticceria siciliana, Nicola Fiasconaro, che dopo la sequela di parole – sempre interessanti, comunque – allieterà la gola degli ospiti perché farà degustare i prodotti della linea Fiasconaro-Dolce&Gabbana che è un evento da non perdere.

Fiasconaro, insieme a Paolo Massobrio, domenica 6 premierà le dieci migliori boutique del Gusto de “Il Golosario”, altro appuntamento di Golosaria da non perdere. Tant’è vero che l’artista siciliano del gusto ne approfitterà di questa occasione per lanciare l’appello finalizzato a sostenere la candidatura della città di Castelbuono, in provincia di Palermo, al network internazionale delle Città Creative UNESCO nel settore gastronomia. In particolare, il borgo punta a diventare ambasciatore della Dieta Mediterranea nel mondo, promuovendo la tutela della biodiversità e condividendo best practice nell’uso delle materie prime.

Mica finisce qui, Golosaria 2022. Bisogna mettere in conto che per tre giorni i 12.000 mq del MiCo ospiteranno gli stand di 200 produttori di cose buone de ilGolosario e dei partner storici dell’evento espositivo; quindi l’area Wine, che accoglie le 100 cantine selezionate negli anni da Paolo Massobrio e Marco Gatti, dove si potranno conoscere alcune delle etichette più interessanti del panorama enoico nazionale e incontrare i produttori che hanno contribuito a costruire la grande immagine del vino italiano nel mondo. Una sintesi di questa bontà sarà rappresenta dalle 150 etichette selezionate nei vent’anni di Top Hundred, il premio che ogni anno viene assegnato ai 100 migliori vini d’Italia.

Non mancheranno anche quest’anno le Cucine di Strada, con lo street food di qualità in dieci proposte e l’esclusiva area Mixo – novità dell’edizione 2022 -, il nuovo spazio dedicato al bere miscelato con la presenza di una selezione di piccoli produttori e una Bottigliera dove scoprire alcuni dei più interessanti spirits e gin italiani recensiti su IlGolosario, da gustare anche nei cocktail interpretati dai barman della Milan Bartender Community e da  Ginevra Castagnoli di EllӘs Empowerment, agenzia di comunicazione e piattaforma social media con focus parità di genere e inclusivity nell’industria della ristorazione e nella bar industry.

Se qualcuno ha pensato che finisce qui Golosaria, vuol dire che non conosce la poliedricità e l’immaginazione del duo Gatti-Massobrio, che hanno messo insieme cinquanta appuntamenti tra assaggi, show cooking e wine tasting cadenzati secondo un programma che vedrà, tra gli incontri da non perdere, anche il talk show “Io Amo” (sabato ore 20,30 – Area Agorà), con l’intervista al compositore Franco Fasano e alla produttrice Caterina Dei sul tema Vino e Musica; l’omaggio a Nicola Fiaconaro, il cui percorso distintivo (amici da una vita) ebbe avvio proprio nel 2006 alla prima edizione di Golosaria;  quindi le assegnazioni dei riconoscimenti ai protagonisti del gusto distintivo; la proclamazione dei vini Top Hundred 2022 a cui seguirà uno speciale omaggio al Maestro della pasticceria Iginio Massari, prima del riconoscimenti alle 21 Cantine memorabili dell’anno e a quelle che si sono distinte con l’Enoturismo. E ancora, il riconoscimento – in collaborazione con Comieco – alle sei realtà che hanno sviluppato packaging sostenibili; la proclamazione delle Corone e dei Faccini Radiosi della guida ilGolosario Ristoranti e l’assegnazione del massimo premio, la Corona Radiosa Rossa unica.

Da segnalare, inoltre, la presenza di un’area, senz’latro divertente, dedicata ai bambini, per fargli vivere la magia delle fiabe di MammaOca che debutta a Golosaria con il libro Aspettando Natale(Comunica Edizioni).

Tutto questo vasta programma vedrà il Garda Doc come spumante ufficiale di Golosaria, presente all’interno della rassegna nelle aree espositive, in tasting dedicati e in una speciale preview in alcuni ristoranti di Milano; Acqua Lauretana, sponsor storico della manifestazione che anche quest’anno porterà in fiera la sua acqua più leggera d’Europa offrendo un’idea di benessere rivolta tanto all’alta ristorazione quanto alla vita quotidiana; la Regione Lombardia, Petra e MSC come storici sostenitori di Golosaria.

 

Maria Michele Pizzillo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: