Il discorso di Benedetto XVI alla Sapienza: «il Papa non impone la Fede»

Il Papa non intende imporre la fede a nessuno, questo il concetto che avrebbe espresso Benedetto XVI nel suo intervento di domani all’Università La Sapienza, il testo del discorso
è stato divulgato oggi, all’indomani dell’annullamento della visita papale, il Pontefice scrive: «Che cosa ha da fare o da dire il Papa nell’Università? Sicuramente non deve
cercare di imporre ad altri in modo autoritario la fede, che può essere solo donata in libertà».

Ratzinger ricorda poi che un tempo quell’ateneo era l’università del Papa ma oggi, precisa, è un’università laica e autonoma. Il Pontefice riconosce che la Chiesa nella
storia ha fatto degli errori, ma rivendica alla fede il merito di avere guidato il cammino etico dell’umanità. Benedetto XVI si dilunga poi sul rapporto tra fede e ragione, riconoscendo
i grandi meriti del sapere scientifico, ma avverte il rischio della caduta nel positivismo puro e nella disumanità. E domani, in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico, gli
studenti della rete per l’Autoformazione hanno organizzato una manifestazione di protesta per rivendicare una «università degli studenti, libera, laica e accessibile a
tutti». La mobilitazione comincerà alle 9:30 in piazzale della Minerva, dove gli studenti attenderanno l’arrivo del Ministro Fabio Mussi e del sindaco di Roma Walter Veltroni.

Leggi Anche
Scrivi un commento