Il deficit dei conti pubblici nel 2009 tocca il -5,2%

Il deficit dei conti pubblici nel 2009 tocca il -5,2%

Il dato del deficit 2009 (-5,2%) non include dunque gli effetti delle operazioni ‘swap’ che, per il terzo anno di seguito, hanno registrato un segno meno. Nel 2009 l’effetto negativo è
stato dello 0,07% che, arrotondato allo 0,1%, ‘appare’ nel dato sul deficit (5,3%) comunicato sempre dall’Istat lo scorso primo marzo. Ma effetti negativi per lo Stato dalle operazioni di swap
compaiono anche nel 2007 (-0,02%) e nel 2008 (-0,04%).   

Nel quarto trimestre – aggiunge l’Istat – il saldo primario (indebitamento al netto degli interessi passivi) è risultato positivo e pari a 966 milioni di euro (più 11.036 milioni di
euro nel corrispondente trimestre del 2008), con una incidenza positiva sul Pil dello 0,2% (più 2,7% nel corrispondente trimestre del 2008). Complessivamente, però per l’anno 2009
il saldo primario rispetto al Pil risulta negativo e pari allo 0,6% contro un più 2,5% nell’anno precedente.

Sempre nel quarto trimestre 2009, il saldo corrente (risparmio) è risultato negativo e pari a 2.012 milioni di euro, contro il valore positivo di 9.531 milioni di euro nel corrispondente
trimestre dell’anno precedente, con una incidenza negativa sul Pil pari allo 0,5% (più 2,4% nel corrispondente trimestre del 2008). Nel 2009 il saldo corrente in rapporto al Pil è
stato negativo e pari al 2% (più 0,8% nel 2008).

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento