Il Colap scrive ad Alfano: le associazioni nel riordino del guardasigilli

Riordino delle professioni ordinistiche per innovare il sistema, ma anche “dare dignità istituzionale ai milioni di professionisti che esercitano attività
professionali non regolamentate e riconoscere il ruolo di garanzia verso l’utenza che le loro associazioni già svolgono”: questa la richiesta inviata dal Presidente
del Colap, Giuseppe Lupoi, al Ministro della Giustizia Angelino Alfano, impegnato nel riordino del sistema delle professioni.

La riforma a blocchi piace al Colap e lo dimostra il fatto che il primo atto formale del nuovo Consiglio Direttivo e del Presidente Giuseppe Lupoi, appena riconfermato alla guida del
Coordinamento, sia una lettera per esprimere condivisione alle iniziative del guardasigilli.

“Attraverso riforme a comparti omogenei, che coinvolgono tutti gli ambiti del sistema professionale italiano, associazioni comprese – si legge nella lettera firmata dal
Presidente Lupoi – si può creare un sistema equilibrato, con pesi (ordini) e contrappesi (associazioni), e questa è la condizione ineludibile per garantire il
progresso di ogni settore e un sistema aperto alla competitività e garante delle qualità dei servizi offerti”.

“Il governo ha più volte dimostrato nel corso di questi primi mesi di legislatura la sua volontà riformista e liberale, il suo interesse per realizzare un sistema
professionale più moderno e dinamico – continua la lettera –. Per questo siamo fiduciosi nel credere che il Ministro Alfano vorrà presto aprire un dialogo
anche con le associazioni ed garantire un riconoscimento che significa per l’Italia, più occupazione per i giovani e più garanzia per l’utenza”.

Leggi Anche
Scrivi un commento