Il Codacons si costituisce parte civile per gli appalti truccati a Napoli

 

Il Codacons annuncia oggi la costituzione di parte civile nella vicenda degli appalti truccati a Napoli che ha scosso il mondo politico, coinvolgendo non solo assessori locali, ma anche
personalità di spicco come gli onorevoli Italo Bocchino (An) e Renzo Lusetti (Pd).

“Gli utenti sono stati chiaramente danneggiati dalla turbativa degli appalti – spiega il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – Le ripercussioni sono pratiche ed
evidenti, e si riflettono sullo stato pessimo delle strade napoletane e sul servizio reso ai cittadini, i quali contribuiscono attraverso il pagamento delle tasse. Un servizio che
lascia molto a desiderare sotto diversi aspetti”.

L’associazione inoltre mette a disposizione dei cittadini napoletani uno staff di legali presso la sede Codacons di Napoli, al fine di consentire la costituzione di parte civile
dei singoli abitanti e far ottenere loro il giusto risarcimento.

“Pensiamo a chi ha avuto un incidente in motorino a causa di una buca sul manto stradale, o chi ha subito danni all’autovettura determinati dal pessimo stato delle strade
– prosegue Rienzi – Tutti costoro possono costituirsi parte civile nel procedimento e chiedere un equo risarcimento”.

Il Codacons, infine, chiede al Parlamento di autorizzare qualsiasi provvedimento verso gli onorevoli coinvolti nello scandalo degli appalti truccati.

Leggi Anche
Scrivi un commento