Il casertano Michele Zannini eletto Presidente Nazionale delle ACLI Terra

Roma – Il Comitato Nazionale delle Acli Terra ha eletto presidente nazionale dell’ organizzazione professionale agricola il casertano Michele Zannini presidente provinciale delle Acli di
Caserta, organizzazione nella quale ha maturato pienamente la sua formazione sociale e politica.

La sua lunga militanza nell’associazione è stata contrassegnata da incarichi di rilievo, come quello di presidente regionale delle Acli della Campania negli anni ’80, di dirigente
nazionale delle Acli Terra negli anni ’90. Zannini è stato, inoltre, presidente della Consulta regionale dell’Emigrazione ed Immigrazione della Campania, esponente laico nella Consulta
Episcopale Regionale per la Pastorale del Lavoro e sindaco della città di Mondragone per due mandati.

«Le Acli – dichiara Zannini – puntano ad una mediazione tra l’evoluzione della natura imprenditoriale e l’esigenza di rinnovare le forme di rappresentanza dei lavoratori agricoli.
Nell’ottica di riconsiderare e rivalutare le alleanze tra associazioni già esistenti e cercare nuove forme organizzative di rappresentanza, metteremo in atto un forte confronto con tutto
il sistema delle associazioni professionali agricole nazionali, con le realtà istituzionali, a partire dal Ministero delle Politiche Agricole, ed anche con una rete specializzata di
soggetti nel mondo accademico. Le Acli intendono così riaffermare la loro missione di tutela dei lavoratori agricoli, ma anche di interpretazione delle grandi questioni dell’impresa
agricola in relazione alle continue novità delle politiche comunitarie. Vogliono altresì affermare un impegno specifico per la tutela della tipicità dei prodotti, per il
contrasto alla diffusione dei prodotti OGM, per la riconsiderazione delle qualità sociali e culturali dell’ambiente.»

Nella presidenza nazionale delle Acli Terra è stato nominato anche il salernitano Emilio Fusco. Soddisfazione per le nomine è stata espressa da Pasquale Orlando, presidente delle
Acli napoletane e componente della direzione nazionale delle Acli, secondo cui «è stato dato il giusto riconoscimento alla forte esperienza associativa campana.»

Leggi Anche
Scrivi un commento