Il biologico continua a crescere e cresce a Sana il dibattito sulle sue strategia di vendita e sugli strumenti di comunicazione

Il biologico continua a crescere e cresce a Sana il dibattito sulle sue strategia di vendita e sugli strumenti di comunicazione

Continua il trend positivo del biologico e i prodotti bio si trovano ormai nei carrelli di clienti di tutte le categorie sociologiche, anagrafiche ed economiche.
Il biologico può essere definito il consumo della responsabilità, diffuso tra persone che fanno scelte consapevoli da un punto di vista etico, ambientale e salutistico. Alle
produzioni da agricoltura biologica sono dedicati i padiglioni 21 e 22 e gran parte del padiglione 19 (soprattutto all’interno delle aree collettive di Province, Regioni e Camere di Commercio)
che presenterà anche le produzioni DOP, IGP, STG e EMAS.
A Sana con gusto (Padiglione 19) Ritorna in questa edizione il palcoscenico del buon cibo, orchestrato da Marisa Laurito.
Incontri e convegni per discutere, confrontarsi e gustare buon cibo. Per cominciare bene la giornata ricche colazioni con Rigoni di Asiago e Mielizia.
Sabato dalle ore 12 una giornata organizzata da EcorNaturaSì spa (Perché mangiare bio tra creatività e conoscenza) e premiazione dei vincitori del concorso della rivista
CasaFacile “Cucinare a fuoco spento”. Domenica una giornata organizzata da Despar (Vital e Bio,logico: l’alimentazione sana e naturale secondo Despar).
La spesa più sana.
Il mercato dei produttori bio, dal campo alla tavola (Al Padiglione 22) Promossa da FederBio in collaborazione con Anabio, Cia e Prober l’iniziativa vuole valorizzare e sostenere
l’attività della vendita diretta, la cosiddetta filiera corta o chilometro zero. Da tutta italia una trentina di piccoli produttori dalla Sicilia, dalla Calabria, dall’Abruzzo,
dall’Umbria, dalla Puglia, dal Veneto e dalla Lombardia porteranno a Sana i prodotti biologici di nicchia, i profumi e i sapori di ventricine, capocolli, i formaggi, le piante aromatiche, le
ricotte affumicate, i salami di pecora e tante altre specialità.
Un’occasione per sperimentare una modalità di vendita che si sta affermando con decisione. Il mercato sarà animato dalla compagnia teatrale Gruppo Koinè: il mercato
sarà così doppiamente buono: perché metterà teatralmente all’asta alcune delle eccellenze alimentari e gastronomiche e perché attorno a questi prodotti intesse
storie che li rende protagonisti di un racconto. Un racconto da mangiare. Alla salute! (Padiglione 22) Molte le occasioni per brindare biologico.
Tutti i giorni, dalle ore 17 con i vini Centopassi provenienti dalle cooperative siciliane Libera Terra e con quelli di Libera Terra Puglia. Nel grande spazio BioQualiVino & Company con i
vini di 54 produttori bio, in un clima semplice e elegante, arredato da Ikea Bologna. Degustazione libera e tre incontri giornalieri di quarantacinque minuti guidati dall’enologo Fabrizio Penna
proporranno sei differenti vini in abbinamento a specialità alimentari. E ancora brindisi con i vini biologici piacentini in assaggio tutti i giorni in compagnia di un somelier proposti
dal Consorzio Piacenza Alimentare. Fra i convegni del programma ufficiale Bio, tuo, suo.
Il biologico per tutti passa dalla comunicazione (giovedì pomeriggio). Un evento che esaminerà modalità e strumenti finora utilizzati per comunicare e promuovere i prodotti
biologici guardando oltre il recinto del mondo bio, verso quelle esperienze che hanno saputo affiancare ai buoni contenuti una comunicazione innovativa. A conclusione la premiazione di Bio.
Fare&Comunicare, un Premio a cura di FederBio che darà un riconoscimento al prodotto più innovativo, al miglior packaging, alla campagna di comunicazione più efficace, al
miglior servizio giornalistico su stampa, radio, TV e web. L’Istat presenta i dati statistici aggiornati a dicembre 2008 durante l’incontro I prodotti agroalimentari di qualità DOP, IGP e
STG (venerdì mattina).
La grande distribuzione si incontra al seminario internazionale organizzato da FederBio, ICE e Ministero dello Sviluppo Economico Modelli di successo nella vendita di prodotti biologici:
confronto fra le maggiori catene distributive italiane e Nord e Sud americane (venerdì pomeriggio).

Ufficio stampa: GB Studio (Gabriella Bonvini – Stefania Consigli)

Leggi Anche
Scrivi un commento