IGF-II, una proteina per salvare i ricordi

IGF-II, una proteina per salvare i ricordi

Il fulcro della mente e della capacità di mantenere i ricordi è in una proteina, IGF-II. Tale conoscenza potrà essere utile, in future terapie contro il deterioramento
della memoria, ad es: colpita da Alzheimer.

Questo il risultato di una ricerca della Mount Sinai School of Medicine (sezione Dipartimento di Neuroscienze) di New York, diretta Cristina Alberini e pubblicata su “Nature”.

Da tempo, l’Alberini ed i suoi colleghi stavano lavorando sui meccanismi della formazione di ricordi e di come il cervello li rielaborasse. Secondo gli esperti, quando il cervello apprende
nuove nozioni, crescono nell’ippocampo (regione legata alla memoria a lungo termine) i livelli della proteina insulin like growth factor II, IGF-II. Allora, gli scienziati hanno lavorato con
topi da laboratorio, influenzando o meno il funzionamento della proteina.

Si è così constatato come, nei roditori non trattati, la proteina fosse fondamentale per i ricordi duraturi. Se infatti veniva impedita la sintesi dell’IGF-II, non si creava la
memoria dei ratti.

Spinti da tali dati, gli esperti hanno hanno lasciato che gli animali compissero il normale processo di apprendimento. Poi, una volta che questo era completo, nell’ippocampo delle cavie
è stato iniettata IGF-II. Risultato, IGF-II rafforzava la memoria, aumentando il tempo di permanenza del ricordo.

Spiega la Albertini: ” L’effetto dell’elisir si ha solo quando la “proteina della memoria” viene somministrata nelle fasi “attive” dell’apprendimento di un fatto, cioè nel momento in cui
accade”.

Tuttavia, non è ancora definito totalmente come la proteina fissi nel cervello le notizie e le vicende da memorizzare. Ad oggi, si è osservato come “L’effetto avviene grazie a un
recettore specifico per questa molecola IGF-II, capace di influenzare la presenza di altri chimici cerebrali che hanno un effetto eccitatorio sul cervello”.

FONTE: Dillon Y. Chen, Sarah A. Stern, Ana Garcia-Osta, Bernadette Saunier-Rebori, Gabriella Pollonini, Dhananjay Bambah-Mukku, Robert D. Blitzer, Cristina M. Alberini, ” A critical role
for IGF-II in memory consolidation and enhancement”,Nature 469, 491-497 (26 January 2011),doi:10.1038/nature09667

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento