Identità Golose: Newsletter n. 377 di Paolo Marchi del 7 giugno 2012

Identità Golose: Newsletter n. 377 di Paolo Marchi del 7 giugno 2012

Una grande cucina in piccoli piatti. Scordiamoci il famigerato happy hour, tanto milanese quanto di scarsa nobiltà, e prendiamo a esempio le tapas spagnole piuttosto che i cicheti
veneziani, che, tra l’altro, stanno spopolando a Londra, vedi Russell Norman e la genia diPolpo, perché i Rubitt hanno l’ambizione di piacere proprio perché “piccole cose fatte
bene”, robette insomma alias rubitt, quei piattini fatti al momento da un autentico cuoco in carne e ossa che Cesare Battisti ha sempre proposto al Ratanà all’ora dell’aperitivo,
filosofia trasferita al Dopolavoro Bicocca dove opera il suo collega Paolo Casanova e dove tutto avrà tra poco luogo.

E allora perché non dedicare al Rubitt un’intera giornata, dall’ora di pranzo a quella di cena passando per l’intero pomeriggio di domenica 10 giugno? Si tratta di dare sostanza e
qualità autentiche a quel mangiucchiare che ci ha sempre accompagnato lontano dai pasti canonici, per reggere bene un’ombra di vino piuttosto che un cocktail ma anche per non
appesantirsi in pranzi o cene da mastini e avere più tempo da dedicare a se stessi e agli amici.

La Maratona del Rubitt, con tanto di accompagnamento jazz e di cooking show, ha l’ambizione di celebrare il rito della convivialità e di ripetersi nel tempo coinvolgendo cuochi sempre
nuovi dopo quelli dell’esordio: Roberto Okabe e Gustavo Young del Finger’s Garden, Beniamino Nespor e Eugenio Roncoroni del Mercato, Alice Delcourtdell’Erba Brusca e il pasticciere Luca De
Santi, che si affiancheranno a Batttisti eCasanova. Info e prenotazioni al numero verde 800.825144.

Paolo Marchi

Gli 8 volti di una maratona a tutta bontà

Immortalati all’ingresso del Ratanà, ecco gli otto protagonisti di una maratosa nel segno di una “Grande cucina, piccoli piatti”, viaggio di 10 ore, dalle 12 alle 22, nel segno del
rubitt, che avrà luogo domenica 10 giugno al Dopolavoro Bicocca presso l’Hangar Bicocca, in via Chiese 2 a Milano, telefono 39.347.6625732.

I tre in alto, da sinistra, sono Roberto Okabe del Finger’s Garden, Beniamino Nespor delMercato e Cesare Battisti del Ratanà. Al centro, Gustavo Young del Finger’s Garden,Paolo Casanova
del Dopolavoro, il pasticcere Luca De Santi e Alice Delcourt dell’Erba Brusca. Infine, unico con il berretto in testa, Eugenio Roncoroni, l’altra metà de Al Mercato.

Tre micro-seduzioni firmate Casanova

Insalatina di fegatini di pollo e spinacini in cilindro di patata al timo e paprika di Paolo Casanova, padrone di casa di “Grande cucina, piccoli piatti” al Dopolavoro Bicocca. Il cuoco
bellunese cucinerà anche Frittura di schie su polentina mediterranea e Tataki di Manzo marinata al mosto cotto d’uva su ravanello croccante. Studia le ricette in anteprima

Il giro del mondo di Okabe e Young

Tayo e Luna: capasanta scottata con besciamella di grana, emulsione di soia e kataifi croccante. Un piatto a duplice firma Roberto Okabe e Gustavo Young, cuochi del Finger’s Garden di via
Emiliani 2 a Milano, telefono 39.02.54122675. I due cuochi brasiliani cucineranno ancheMaki selection – Saudade do Brasil e Ravioli gyoza di pollo. Per i dettagli clicca qui.

Il tombarello tra le erbe di Alice Delcourt

Il Tombarello con erbe dell’orto, salsa verde e limoni sottosale di Alice Delcourt, cuoca franco-inglese dell’Erba Brusca di Milano. Accanto al pesce azzurro (per la ricetta vedi qui) la cuoca
farà trovare anche una Focaccia fresca con scalogno, zola e caramello e un terzo rubitt: Anguria con quartirolo e menta.

Tartare, riso e scottadito: cucina Battisti

Tartare di vitello sanato con bottarga, uova di trota e topinambur croccante di Cesare Battisti del Ratanà di Milano, autore domenica al Dopolavoro anche di Riso integrale, erbe
spontanee, zola di 180 giorni e Scottadito di pollo ruspante su patate speziate e cannella. Altri tre rubitt che si possono cucinare serenamente a casa.

Quattro micro-capolavori dal Mercato

Un curioso ritratto (a cura di Giuseppe Albera) di Beniamino Nespor ed Eugeno Roncoroni, le due menti de Al Mercato di via Sant’Eufemia 16 a Milano. I ragazzi prepareranno 4 superpietanze in
miniatura: lampredotto, bánh mì, lingua in due modi epickled eggs. Per i dettagli degli ultimi due, vedi qui.

Tutti i dolci rubitt di Luca De Santi

Dulcis in fundo, ecco gli immancabili dessert in versione rubitt. A prepararli il pasticciere Luca De Santi, trentaduenne vicentino con un passato di tre anni all’Enoteca Pinchiorri di Firenze
in qualità di pastry chef e un presente meneghino. Per la maratona concilierà in tre piccole porzioni le sue grandi passioni, ovvero cioccolato, frutta e verdura con un gioco tra
dolce e salato: si inizierà con il Brownie morbido con cremoso di cioccolato al latte e biscotto nocciola e sale e si proseguirà con il Biscotto bretone croccante con albicocca
marinata al lime e cremoso allo yogurt. In conclusione, La Carota Dolce in diverse strutture e consistenze: Luca presenterà l’ortaggio sottoforma di cake, di gelato (con lo yogurt), di
strisce candite e di decorazioni croccanti. Dessert da gustare in due bocconi tra un rubitt salato e l’altro.


IDENTITÀ GOLOSE n° 377 – 16.06.2012,

la newsletter di Paolo Marchi
Per gentile concessione

Leggi Anche
Scrivi un commento