ICI casa, nuove aliquote ridicole

ICI casa, nuove aliquote ridicole

La delibera per la determinazione delle aliquote dell’Imposta Comunale sugli Immobili per l’anno 2009 non è piaciuta a molti, tra i quali a Vittorio Marinelli responsabile regionale
dell’Italia dei Diritti che spiega: «La sensibilità della maggioranza nella delicata materia in esame, risulta essere ridicola, se calata in un discorso più complesso dal
dopoguerra ad oggi. Infatti abbiamo assistito ad un vero e proprio massacro dell’istituzione della locazione e favorito in tutti i modi possibili, l’acquisto delle proprietà a discapito
dell’utilizzo. Questa è una delle varie ragioni dell’arretratezza ormai incolmabile del nostro Paese rispetto al resto d’Europa».

Oltre la famosa esenzione dell’Ici per la prima casa, il Consiglio comunale ha confermato anche le agevolazioni rispetto all’aliquota ordinaria del 7 per mille. Per le abitazioni principali
qualora non risulta applicabile l’esenzione totale, l’aliquota è del 4,6 per mille, lo stesso vale per negozi, botteghe, laboratori per arti e mes tieri, autorimesse pubbliche, terreni,
immobili utilizzati per attività agricola, case in affitto a studenti universitari e affittate a canone concordato. Aliquote invece al 9 per mille per le case destinate ad uso abitazione
non affittate da almeno due anni, che scende però al 7 per mille, se l’abitazione è data ad uso gratuito a parenti che vi risiedono anagraficamente.

Le misure adottate per contrastare il problema casa, l’esenzione per i piccoli proprietari di immobili soggetti alla proroga degli sfratti, le nuove ripartizioni delle aliquote, non risolvono
l’annosa questione dei «bamboccioni», come sostiene ironicamente l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro: «Occorre una riforma complessiva che consideri
anche le esigenze dei giovani, ma atteso che la giunta del principe rinascimentale Alemanno prende indicazioni dall’ex palazzinaro e re Attila Berlusconi c’è poco da stare allegri sembra
che si possa parlare, per rimanere in tema».

Leggi Anche
Scrivi un commento