I ministri dell'UE chiedono più ricerca e tecnologia nel campo della difesa

I ministri europei della difesa hanno chiesto una maggiore spesa comune nel campo della ricerca sulle armi onde aumentare la coerenza comunitari a livello militare, «investire nelle
giuste tecnologie è fondamentale per il futuro della difesa europea e questa strategia è perfettamente in linea con l’assoluta necessità di spendere di più, meglio e
insieme», ha dichiarato Javier Solana, capo dell’Agenzia europea per la difesa (AED).

I ministri hanno convenuto sulla necessità di accrescere la spesa per l’approvvigionamento di armi di mezzo punto percentuale fino al 20% degli investimenti totali per la difesa ed
eseguire almeno il 35% di tutta la spesa di approvvigionamento in collaborazione con altri membri.

«Le decisioni di oggi hanno posto le basi per il nostro impegno comune finalizzato a rendere le forze armate e i bilanci militari europei adeguati per affrontare le sfide del 21°
secolo», ha dichiarato Alexander Weis, direttore esecutivo dell’AED.

I ministri hanno deciso di aumentare la spesa per la ricerca e la tecnologia (R&T) nel campo delle armi dall’1,2% al 2% dei loro bilanci complessivi per la difesa, assegnando un quinto di
tale spesa a favore di progetti collaborativi europei, ossia il doppio del volume attuale.

Anche se questi parametri collettivi non sono vincolanti, essi saranno monitorati annualmente dall’AED, ha precisato Solana.

Gli Stati membri dovrebbero inoltre collaborare a più stretto contatto per identificare le tecnologie più importanti per la costruzione di armi che dovrebbero essere sviluppate a
livello comunitario, concordano i ministri.

Tale invito potrebbe rivelarsi controverso, in quanto alcuni Stati membri sono estremamente protettivi nei confronti dei loro programmi nazionali di sviluppo delle armi, considerandoli come una
questione di sicurezza nazionale.

I ministri hanno deciso di aumentare il bilancio annuo dell’agenzia europea per gli armamenti di quasi un terzo, portandolo da 22 Mio EUR nel 2007 a 32 Mio EUR nel 2008.

L’AED è controllata dai ministri della difesa di tutti gli Stati membri dell’UE, eccetto la Danimarca. L’Agenzia è stata fondata nel 2004 per promuovere la ricerca, la produzione
e la cooperazione in Europa nel campo delle armi.

Secondo i dati ufficiali, nel 2006 i membri dell’AED hanno speso complessivamente 200 Mrd EUR nella difesa e 38,7 Mrd EUR nello sviluppo e approvvigionamento di armamenti.

A titolo comparativo, gli USA nel 2006 hanno speso circa di 500 Mrd USD (338 Mrd EUR) per la difesa e 86 Mrd USD (58 Mrd EUR) per gli armamenti.

Per ulteriori informazioni visitare:
https://www.eda.europa.eu

Leggi Anche
Scrivi un commento