'I colori Danzanti' di Marcello Magnanelli al Caffè Canasta di Spoleto

Spoleto – Un felice incontro di cromie che spaziano dal rosso, al giallo, al blu intenso. Questo il filo conduttore della mostra di Marcello Magnanelli “Colori Danzanti” che si
terrà dal 23 agosto al 15 settembre presso il Caffè Canasta di Spoleto.

L’artista tifernate, reduce dal successo della personale che ha tenuto a Villa Katiuscia di Biella riscuotendo grandi consensi sia di pubblico che di critica, si presenta in Umbria con oltre 15
tele che racchiudono il suo percorso artistico.

Lavori realizzati in oltre venti anni di attività, in cui il creativo ha spaziato attraverso varie tecniche e scuole pittoriche.

Quella che ne è scaturita è un’arte di forte impatto visivo ed emotivo, dove è possibile leggere il tormento e l’estasi interiore del giovane artista.
Opere che nascono, prima che sulla tela, nella mente del pittore che diluisce i colori al ritmo di musiche antiche ed è proprio da queste intense cromie che prendono vita e corpo volti,
paesaggi, attimi rubati allo scorrere della vita quotidiana.

Nei lavori di Magnanelli si incontrano poesia e leggenda, la storia dell’esistenza umana con i suoi drammi e le sue gioie. Tutto questo il creativo riesce a raccontarlo con occhio lucido ed
attento che guarda al mondo che lo circonda e la sua diventa una realtà fatta di colori mai invasivi o gridati, cromie delicate da cui emana la sensibilità insita nell’anima del
pittore.

“Magnanelli – scrive il critico d’arte Giuliano Serafini – non ricerca, non sperimenta, non inventa sistemi o comportamenti estetici verificabili, né guarda allo stile. Agisce piuttosto
sul filo del senso, riscopre d’istinto quel lato sciamanico di fare arte che in era postmoderna ritrova il suo ruolo tra le categorie dello spirito.
L’artista, attraverso una scrittura stenografica di segni-colore allo stato puro, graffia l’intatta superficie della tela che resta dimensione inerte e neutra, luogo dell’evento pittorico e
niente più”.

La mostra si potrà visitare fino al 15 settembre tutti i giorni, escluso il mercoledì, con orario continuato ed ingresso gratuito.

Sonia Terzino

Leggi Anche
Scrivi un commento