Guida Viniplus 2015: i migliori vini della Lombardia, in vetrina per sei mesi a Expo 2015

Guida Viniplus 2015: i migliori vini della Lombardia, in vetrina per sei mesi a Expo 2015

Guida Viniplus 2015: i migliori vini della Lombardia, protagonisti per sei mesi a Expo 2015

656 pagine, 270 cantine recensite, oltre 1000 campioni degustati con 36 vini premiati con il massimo riconoscimento, le  Rose Oro che tengono conto anche della coerenza produttiva dell’azienda,  e 234 con Quattro Rose Camune. Queste le principali caratteristiche di Viniplus 2015, il libro guida alle produzioni vitivinicole di qualità in Lombardia pubblicato dall’Associazione italiana sommelier regionale. Che con la decima edizione è proposto anche in lingua inglese e con due applicazioni digitali: Apple e Android.
In più, nel corso della presentazione della pubblicazione, nello stupendo scenario del 39° piano di Palazzo Lombardia, il Belvedere che offre uno straordinario colpo d’occhio su Milano, il presidente Roberto Maroni dopo aver constato che all’Expo non ci sarà uno spazio riservato alle produzioni vinicole, ha annunciato che la Lombardia colmerà questa carenza con una scelta un po’ controcorrente, permettendo ai vini lombardi di essere presenti per tutta la durata dell’esposizione universale. Per questo Maroni ha chiesto la collaborazione dei sommelier per allestire lo spazio da riservare alla Lombardia del vino. E, al momento, la Lombardia è l’unica regione che si è posto il problema di mostrare il proprio vino a tutti i turisti che visiteranno Expo.

Una scelta, questa, che è una sorta di riconoscimento al lavoro dell’Ais lombarda per l’impegno nella valorizzazione del vino anche attraverso la pubblicazione di una guida che ha visto crescere, nel tempo, il livello qualitativo dei campioni degustati. Racconta Luigi Bortolotti, responsabile degustatori dell’Ais: “Ogni cantina ha potuto sottoporre al nostro giudizio un numero massimo di quattro campioni. In totale più di 1.000 campioni valutati attraverso degustazioni alla cieca e secondo la metodologia AIS”. Precisando, anche che “Le Quattro Rose Camune rappresentano il punteggio più alto che può essere assegnato e di fatto definiscono il vino premiato, mentre la Rosa Oro vuole rappresentare una segnalazione di particolare merito per i singoli vini, ed insieme per le aziende che li producono, e tiene conto della specifica coerenza produttiva, specie se orientata alla valorizzazione del vitigno, della tipologia del vino e della zona di produzione.”
Sono numeri record che celebrano un successo costruito di anno in anno, dettato dalla costante crescita qualitativa della pubblicazione editoriale e dei suoi contenuti e dovuto alla fiducia che le aziende vitivinicole lombarde ripongono nell’attività di AIS Lombardia. Tant’è vero che la Guida ViniPlus  ha ricevuto il Patrocinio di Expo 2015, di Regione Lombardia e Regione Lombardia Agricoltura.
Successo ad ascrivere, secondo il presidente Ais Lombardia, Fiorenzo Detti, “all’impegno e gioco di squadra nonché alla capacità di saper comunicare il lavoro e l’impegno nella ricerca della qualità delle tante realtà vitivinicole lombarde e, attraverso la promozione dei loro prodotti e del nostro territorio, contribuire alla tutela e difesa del nostro patrimonio enogastronomico”.  Tant’è che “AIS Lombardia è stata tra le prime realtà territoriali della nostra Associazione a credere nell’importanza di una pubblicazione annuale per comunica e valorizzare le eccellenze del proprio territorio – sottolinea il presidente dell’Ais, Antonello Maietta -. Oggi la Guida ViniPlus è sempre particolarmente attesa dai professionisti e dai tanti appassionati che fanno del cibo e del vino il filo conduttore della propria attività o del tempo libero”.

Michele Pizzillo

VINIPLUS 2015
Guida alle eccellenze vinicole lombarde di AIS Lombardia

Le Rose Oro
Anteo – Oltrepò Pavese Metodo Classico Extra Brut Pinot Nero Nature Écru 2009
Barone Pizzini – Franciacorta Non Dosato Riserva Bagnadore 2008
Bellavista – Franciacorta Satèn 2009
Berlucchi – Franciacorta Palazzo Lana Satèn Riserva 2006
Bertagna – Alto Mincio Montevolpe Rosso 2010
Biava – Moscato di Scanzo 2011
Bruno Verdi – Oltrepò Pavese Barbera Campo del Marrone 2011
Cà del Bosco – Franciacorta Rosé Riserva Cuvée Annamaria Clementi 2006
Cà di Frara – Oltrepò Pavese Rosso Riserva Il Frater 2011
Caminella – Goccio di Sole 2012
Castello di Cigognola – Oltrepò Pavese Metodo Classico Pinot Nero Pas Dosé ‘More Rosé 2011
Caven – Sforzato di Valtellina Messere 2008
Conte Vistarino – Sangue di Giuda dell’Oltrepò Pavese Costiolo 2013
Costaripa – Brut Rosé
Fratelli Agnes – Loghetto 2013
Fratelli Berlucchi – Franciacorta Riserva Casa delle Colonne Zero 2007
Giorgi – Oltrepò Pavese Metodo Classico Pinot Nero Giorgi 1870 2010
Il Canepino – Cabernet Sauvignon della Bergamasca Kalòs 2008
Il Mosnel – Franciacorta Extra Brut EBB 2009
La Fioca – Franciacorta Brut
Le Fracce – Oltrepò Pavese Rosso Bohemi 2008
Mamete Prevostini – Sforzato di Valtellina Albareda 2011
Nino Negri – Sfursat di Valtellina 5 Stelle 2011
Perla del Garda – Lugana Spumante Millesimato10 2010
Plozza – Terrazze Retiche di Sondrio Rosso Numero Uno 2011
Rainoldi – Sfursat di Valtellina Fruttaio Ca’ Rizzieri 2010
Ricchi – Alto Mincio Passito Le Cime 2011
Roveglia – Lugana Riserva Vigne di Catullo 2011
Tenuta Mazzolino – Oltrepò Pavese Pinot Nero Noir 2011
Travaglino – Oltrepò Pavese Pinot Nero Brut Gran Cuvée Noir 2008
Triacca – Sforzato di Valtellina San Domenico 2010
Uberti – Franciacorta Extra Brut Comarì del Salem 2008
Và Maiol-Provenza – Garda Classico Rosso Fabio Contato 2009
Vezzoli – Franciacorta Extra Brut Nefertiti Dizeta 2008
Villa – Franciacorta Satèn 2010
Villa Crespia Arcipelago Muratori – Franciacorta Dosaggio Zero Numerozero 2013

Michele Pizzillo
Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento