Guida ai Vini dell’Etna by Fabrizio Carrera, direttore di Cronache di Gusto

Guida ai Vini dell’Etna by Fabrizio Carrera, direttore di Cronache di Gusto

154 pagine per raccontare il fascinoso territorio che si arrampica alla cima fumante che si trova al centro del Mediterraneo, l’Etna. Questa è la “Guida ai Vini dell’Etna”, pubblicata dal giornale online cronachedigusto.it, che descrivere una terra magica attraverso il racconto di 50 cantine  e dei vini da bere e, in 12 casi, dei vini da non perdere.

Guida Vini dell'EtnaUna bella pubblicazione curata da Fabrizio Carrera, direttore di Cronache di Gusto, che contiene anche informazioni su ristoranti, negozi e hotel, “in modo da fornire un quadro più esaustivo possibile per ogni gourmet che voglia conoscere l’Etna da bere, l’Etna fascinoso e sfuggente, l’Etna ricco di identità – dice Carrera -: in queste poche parole vogliamo condensare il significato di un terroir e del suo vino. Perchè oggi dire Etna significa parlare di un territorio unico al mondo che finalmente si sta rivelando nelle sue immense potenzialità. Poco più di mille ettari, una produzione di meno di due milioni di bottiglie, secondo alcune stime. Numeri piccoli, molto piccoli, ma nel vino, si sa, non è la quantità che fa l’eccellenza. Un territorio unico per il suo clima continentale in mezzo al Mediterraneo e ricco di storia perchè già Polifemo era un vignaiolo molti secoli prima di Cristo così come documenta la cronaca del Mito”.
Sfogliando queste pagine si avrà modo di seguire la narrazione del territorio e di tutte quelle persone che hanno fatto dell’Etna un posto talmente di moda dove non può essere assente chi ha qualcosa da dire nella produzione vinicola. E nemmeno dall’esimersi, in questo caso l’appassionato di vino, di programmare un viaggio in queste terre, che al fascino del vino aggiunge luoghi straordinaria belli, un mare invitante e non pochi opportunità di incontri riservati al gusto, come il “Taormina gourmet” di fine ottobre.
Dalle 50 cantine e raccontate dalla “Guida ai Vini dell’Etna”, con i vini descritti senza l’indicazione di punteggi ma tutti con affianco il prezzo di vendita, sono stati estrapolati quelli che sono considerati vini imperdibili, per “non esimerci dal dare una nostra valutazione”, dice Carrera. Sono dodici, tranne uno, tutti doc Etna e cioè: il rosso Serra della Contessa 2011 e il bianco Pietramarina 2011 di Benanti; i rosso Feudo di Mezzo 2012 di Calcagno, Cisterna Fuori 2011 di Ciro Biondi, Vigo 2013 della Fattoria Romeo del Castello, il Feudo di Mezzo 2013 di Girolamo Russo, Quota 1000 Barbabecchi 2011 di Graci, il Vigna Barbagallo 2011 di Pietradolce; i bianchi Carricante Vigna di Milo 2013 de IVigneri, A’Puddara 2013 della Tenutadi Fessina e Ante 2013 de I Custodi delle Vigne dell’Etna; nonché il contrada Sciaranuova 2013 di Passopisciaro.
La Guida sarà presenta a Roma il 5 luglio, alle ore 18, presso Eataly, da Fabrizio Carrera che “per questo atto d’amore verso un territorio straordinario ed unico al mondo che ogni winelover che si rispetti deve conoscere”, si farà accompagnare di alcuni produttore etnei per un grande banco di assaggio, dalle ore 17 alle 22, di grandi vini dell’Etna. Infatti, Alta Mora Cusumano proporrà l’Etna bianco e rosso; I Vigneri l’Aurora Carricante 2014; Benanti Etna rosso 2014, Nerello Mascalese Etna rosso 2013, Serra della Contessa Etna rosso 2012; I Custodi delle Vigne dell’Etna Alnus Etna rosato 2015, Ante Etna bianco 2014, e i rossi Pistus 2014 e Aetneus 2009; Nicosia bianco e rosso Vulkà; Cottanera bianco e rosato 2015 e il rosso 2011; Cantine Russo il Rampante bianco 2015, il rosso 2010, Mon Pit spumante brut blanc de blancs metodo classico 2014 e il brut rosè metodo classico 2014; Firriato Le sabbie dell’Etna bianco 2015 e rosso 2014; Duca di Salaparuta Sciaranèra 2014, Làvico 2012 e Nawàri 2011; Scammacca del Murgo, Murgo extra brut 2009 e Murgo brut rosé 2012; Tenuta S.Michele bianco e rosso 2014 e il Pinot Nero 2012; Destro, Saxanigra Spumante Metodo Classico Brut 2011, Isolanuda Etna bianco 2015, Sciarakè Etna rosso 2009; Theresa Eccher (Altero Etna rosso 2012, E R Etna rosso 2013, Alizee Etna bianco 2014; Calabretta, Carricante 2014; Piano dei Daini il bianco 2015, il rosato e il rosso 2014 e Vigna Vico Etna rosso 2013; Primaterra, Primarosa Etna rosato 2014, Primaterra Etna rosso 2012 e 2011; Scilio, Valle Galfina Etna bianco 2015 e rosso 2014 e Orpheus Etna rosso 2012; Tenuta di Fessina, Erse Etna bianco 2014, A’Puddara Etna bianco 2014 e Il Musmeci Etna rosso riserva 2011; Graci, Etna rosso 2014; Palmento Costanzo (Bianco di Sei Etna bianco 2014, Nero di Sei Etna rosso 2012, Mofete Etna rosso 2012. Alle ore 21, invece, è in programma la cena degustazione tra i sapori della Sicilia e i vini dell’Etna.

Vita Guida
Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento