Green pass, pandemia, novax… L’Europa vuole sapere: EU-Digital-COVID-Certificate-Regulation_it

Green pass, pandemia, novax… L’Europa vuole sapere: EU-Digital-COVID-Certificate-Regulation_it

Green pass, pandemia, novax, yesvax… L’Europa vuole sapere: EU-Digital-COVID-Certificate-Regulation_it

Fino al 6 Aprile è possibile far conoscere le nostre opinioni sul Green pass alla Commissione Europea attraverso la pagina che ha messo a disposizione.

[14:01, 10/2/2022]
Giuseppe: Fino al 6 Aprile la commissione europea riceve le nostre opinioni sul green pass. Iscrivetevi alla pagina che ha messo a disposizione e lasciate un vostro commento. E’ un modo democratico per far sentire le ragioni di ognuno di noi. 
https://ec.europa.eu/info/law/better-regulation/have-your-say/initiatives/13375-Extension-of-EU-Digital-COVID-Certificate-Regulation_it

Commenti con risposte tratti da “Covid… Cum grano salis” di Newsfood.com

(In fondo alla pagina si possono aggiungere nuovi commenti)

 

 

Massimo (CS)
Il pericolosissimo nemico da combattere é il virus, non il green pass. Non c’é nulla da dire sul green pass, é solo uno strumento internazionale per seguire alcuni obblighi di comportamento cautelativi ed una certificazione per i vaccinati.
Ma ancora si parla di green pass?

(Maurizio (VR)
Purtroppo si parla ancora di green pass, forse signor Massimo vive all’estero lei? Il GP, che non ha nulla di sanitario, in Italia sta limitando la vita e sta togliendo lavoro a tante persone oltre a discriminare il popolo🤷‍♂️

Francesco (AR)
Esatto. .l inizio di una forma dittatoriale. ..il green pass è uno strumento politico non medicinale, infatti siamo tra i più fenomeni del mondo in più abbiamo il più alto tasso di mortalità con il maggior numero di vaccinati.ed il minor numero di ricoverati…. qualcosa non torna. Allunghiamo la vista sempre nel Rispetto Reciproco

Luca (CR)
Ci sono alcuni dati di fondo che, secondo me, sono indispensabili e che nessuno è ancora stato capace di fornirci…

(Premetto che son completamente vaccinato perché se no era troppo uno sbatti, non per altro)

C’è qualcuno con i “coglioni”?

C’è qualcuno che veramente sa?

Perché se c’è qualcuno che davvero sa, parli e con coerenza agisca!

Parlo di chi ci governa.

Se iniettare il vaccino è la panacea, che diventi obbligatorio e fine!

Che green-pass o tamponi o… o…

Questa cosa che va avanti da una mezza eternità tra i “furbi” che fanno far da cavia ai più e non vaccinano sè e progenie è ora che diventi storia antica!

Prima per motivi di x genere, ora perché era sperimentale, poi perché nessuno li può obbligare… ma di che stiamo parlando?

Il vivere civile è una sorta di o tutti o nessuno (eccezion fatta per chi ne è impossibilitato a ragione!)

Ma serve che ci siano certezze e chi le impone ai reticenti senza motivi!

Altrimenti tutto potrà venir messo in discussione e si torna alla legge del più forte, si fa quello che dico io punto!

Ora quindi, son proprio le certezze che vacillano. Nessuno ha la verità in tasca.

La buttiamo in vacca alla Renzi che non vuol essere giudicato perché chi giudica dovrebbe essere giudicato!

“Chi è senza peccato… (cit.)”

Che “roba” è questa?

 

Giuseppe (AL)
Scusa Massimo, un conto è credere nella validità della cura della “malattia”… altro conto è come vengono gestiti e riconosciuti sintomi, referti, ricoveri, posologie, terapie… senza tenere in alcun conto dei diritti del malato e dei suoi famigliari.

Non è una questione di yes-vax o no-vax ma di rispetto dei diritti (sempre che quello che è scritto e sancito nella Costituzione valga ancora qualcosa).

Quando c’è un incendio, la cosa più urgente da fare è spegnerlo. È giusto? 

(… non lo è per chi lo ha appiccato per truffare l’assicurazione! … o per altri abietti motivi ) 

Quando arrivano, i pompieri, non guardano in faccia a nessuno: spaccano porte, finestre, muri… ognuno di loro è un elemento di una squadra compatta che ha un unico obiettivo:  spegnere l’incendio prima possibile. Ogni tentennamento è una perdita di tempo che serve solo a ingigantire l’incendio. È corretto ciò che scrivo?

La pandemia, in corso da un paio di anni, è come un incendio di dimensioni mondiali, vogliamo spegnerlo o a qualcuno interessa che i pompieri intervengano solo con qualche secchio d’acqua?

Vero  che il nemico da combattere sia il covid ( sempre che sia veramente lui il nemico da combattere).

Ed è anche inutile andare a rivangare responsabilità e colpe. 

Premesso che anche il sottoscritto è super vaccinato    ( ma non certo per convinzione della validità del vaccino… non ne ho le competenze per giudicare…).

A causa di questa situazione disastrosa che ancora incombe su tutto il pianeta (almeno pare ma pare anche che non sia proprio così… le informazioni che riceviamo sono spesso inattendibili, falsate, contrastanti tra loro…) l’economia mondiale ne è sconvolta: come una grande guerra, distruzione e morte per tanti… una pacchia per pochi che sperano perduri ancora per tanto tanto tempo.

Purtroppo, tutti coloro che sono nella stanza dei bottoni, e quelli che hanno la fortuna di avere uno stipendio “intoccabile” ( sono tanti, sono troppi)  non sanno cosa significhi dover chiedere l’elemosina per dare da mangiare ai propri figli. 

Non sanno cosa significa passare l’inverno al freddo perché non si ha più la possibilità di pagare le bollette. 

Non sanno cosa significhi doversi umiliare davanti a parenti e amici per chiedere un aiuto. 

Non sanno cosa significhi avere la casa, l’azienda, beni al sole che non hanno più alcun valore e che sono solo ormai in attesa di essere pignorati (se non lo sono già o già persi) … sono tanti anche coloro che sono stati sfrattati e vivono in auto.

Non sono pochi gli Italiani (ex benestanti)  che invidiano  gli extracomunitari arrivati coi barconi o i Rom… 

Oggi sono invidiati anche coloro che hanno la pensione minima… almeno a fine mese sanno con certezza che potranno mangiare qualcosa.

Per questo auspico l’arrivo dei pompieri! Spegniamo l’incendio in fretta, se vogliamo ripartire. 

Ma non dobbiamo contare sull’aiuto di chi sta sfruttando la pandemia per fare miliardi. 

Ben pochi sono solo imprenditori , la maggior parte sono solo sciacalli!

PS: qualche tempo fa ho scritto che i novax sono solo dei disertori…  chiedo venia!

… avevo il paraocchi. 

Poi qualcuno mi ha fatto notare che ci possono essere tante ragioni – sacrosante- per le quali si decide o si subisce di non vaccinarsi. 

Chiudo, con la speranza che questo venga spento presto e si possa ripartire, facendo tesoro di quali siano i veri valori della Vita.

L’ho scritto e detto molte volte: la vita è una partita a carte e siamo noi che possiamo decidere se giocare onestamente, se bluffare, oppure barare.

Purtroppo è sempre più difficile divertirsi e vincere qualche mano perché ci sono sempre più bari.

Massimo (CS)
Siamo nell’epoca più informatizzata mai esistita al mondo, mai come oggi nella storia dell’uomo si son potuti condividere dati, informazioni su piattaforme comuni da ogni angolo del pianeta in tempo reale.

Questo ha consentito di creare alla velocità della luce vaccini  sicurissimi ed  efficacissimi  contro il virus ed iniziare a sviluppare terapie altrettanto efficaci. 

Tutto partendo da nessuna conoscenza iniziale del nemico, virus nuovo agguerritissimo, ad alta trasmissibilitá respiratoria ed aerea. 

In Italia i dati su referti, sintomi, ricoveri, posologie, terapie etc. etc. sono gestiti in modo trasparente ed eccellente dall’ ISS, come dagli Istituti di pari livello nei paesi più evoluti, senza manipolazioni, non c’é necessità di manipolare alcunché, conta solo preservare il più possibile la salute e la vita. 

Purtroppo per quanto si possa essere straordinariamente efficienti, il virus é troppo veloce per noi e per i nostri tempi decisionali. 

La sua corsa non puó essere bloccata né rallentata, l’incendio non potrà essere spento al momento, per quanti sforzi si possano mettere in campo.

Si può solo sperare di limitarne al massimo le più nefaste conseguenze . 

Queata é la realtà,  con tutte le drammatiche conseguenze economiche che ne conseguono.

Siamo in una guerra biologica e stiamo soccombendo.

Francesco (AR)
… noi siamo i pompieri ….più saremo meno incendi ci saranno.  Condivido e apprezzo come si esprime. Stiamo uniti o sarà sempre più difficile

Giuseppe (AL)
 … Caro Francesco, dovremo diventare pompieri, ma da quando potremo ricostruire sulle ceneri. Ora l’incendio deve ancora essere spento e, sinceramente, non ho ancora capito se ci sia la volontà di tutti a spegnerlo.

Giuseppe (AL)
Caro Massimo, 

ben pochi di noi hanno le tue competenze e le tue certezze sulla validità del/dei vaccini che la scienza è riuscita a fare in tempi super rapidi…

… ma non è tanto in discussione il vaccino in sè, quanto il modo di gestione della comunicazione che non permette di avere un quadro limpido. E soprattutto, si contesta il modo col quale vengono ignorati/calpestati i diritti della comunità e dell’individuo. In certi casi si è arrivati a vere e proprie estorsioni verso professionisti e/o  categorie di lavoratori che non vogliono cedere a ricatti. 

Se il vaccino è l’unica arma che abbiamo, per combattere il diabolico virus, chi è al comando ha il dovere di prendere le dovute decisioni facendosi carico delle relative responsabilità.

Le leggi devono servire per risolvere i problemi della comunità e degli individui. Le indecisioni, i ripensamenti continui, le eccezioni e le deroghe varie… portano solo ad una ingestibile Babele!

PS: non mi pare che i no vax siano solo degli ignoranti o dei contestatori senza motivi validi!

Come ti comporteresti se funzionari entrassero nelle tue proprietà, pretendessero di farti fare operazioni/trattamenti alle tue coltivazioni… senza un regolare mandato ?(sempre che sia possibile averne uno regolare…)

 

 

Google News 10 febbraio 2022 – Green Pass

Redazione Newsfood.com
Nutrimento & nutriMENTE

Leggi Anche
Scrivi un commento