Ginger Beer, una bevanda nuova e unica

Ginger Beer, una bevanda nuova e unica

Dopo il successo incassato dalla (don’t) Drink Before Christmas, commercializzata presso i più importanti negozi di alimenti senza glutine del Paese durante l’ultimo periodo natalizio, oggi il birrificio Stirone Barleyfree di Fidenza, provincia di Parma, presenta la GingerBeer, realizzata con filiera tutta italiana.

Con la svolta verso nuove bevande fermentate alcoliche salgono così a sette le referenze inserite nel catalogo del birrificio artigianale situato nel cuore della food valley, tutte caratterizzate dalla totale assenza naturale di glutine e allergeni, e per questo particolarmente indicate alle persone che soffrono di intolleranze alimentari o affette da celiachia, ma ugualmente molto apprezzate da un consumatore sempre alla ricerca di gusti innovativi di alta qualità.

“Nonostante le pesanti conseguenze determinate dalla pandemia – afferma il presidente del birrificio Stirone Barleyfree, Tiziano Tanzi – il 2020 ci ha comunque consentito di avere soddisfazioni sia in termini di vendite che di apprezzamento delle nostre bevande, intensificando sia i contatti che le iniziative, giocoforza virtuali, a cui siamo riusciti a partecipare favorendo una sempre più diffusa conoscenza delle nostre produzioni”.

Così, alle referenze Ambra, Bionda, SummerBräu, alla Trama di Fiandra e alla (don’t) Drink Before Christmas la cui ricetta è ora replicata nella Cuore di Zucca, si aggiunge oggi la GingerBeer: una bevanda totalmente italiana, ancestrale, ideale per la mixology.

Questa nuova bevanda alcolica dalle antiche origini inglesi viene realizzata con prodotti naturali esclusivamente italiani in collaborazione con il Consorzio Zenzero Italiano, che vanta tra i suoi soci fondatori marchi come Del Monte, Valfrutta, Agritechno e Agrintesa.

“Grazie ai contatti con Massimo Longo di Agritechno disponiamo di una varietà di zenzero di elevatà qualità– continua Tanzi – che lavorata freschissima garantisce un buon contenuto di gingerolo, sostanza dominante del rizoma, in grado di conferire alla GingerBeer un gusto inconfondibile. Il suo sapore speziato, robusto e aromatico in cui spiccano le proprietà dello zenzero è garantito dall’aggiunta di limoni italiani ottenuti da coltivazione biologica”.

Realizzata con l’infusione del rizoma di zenzero, limoni e lime italiani, la GingerBeer è maturata sui lieviti e rifermentata in bottiglia con le modalità dei grandi vini bianchi ancestrali per ottenere un bouquet unico con un delicato sedimento che evidenzia la naturalità delle materie prime utilizzate.

Ottima da gustare da sola, la GingerBeer è particolarmente indicata anche per creare cocktail come il famoso Moscow Mule, drink creato in California nel 1940.

La distribuzione delle bottiglie da 0.33 ml della GingerBeer è appena partita e nei prossimi giorni sarà disponibile su tutti gli scaffali dei negozi gluten free italiani. “Attraverso questa nuova e unica bevanda – conclude Tiziano Tanzi – puntiamo a trovare per tutti i nostri prodotti l’interesse dei migliori barman del settore della mixology. Siamo certi di riuscirci”.

Leggi Anche
Scrivi un commento