G8 agricolo, Zaia: Parlerà di sicurezza alimentare, fame del mondo e fluttuazione dei prezzi sul mercato

G8 agricolo, Zaia: Parlerà di sicurezza alimentare, fame del mondo e fluttuazione dei prezzi sul mercato

Sarà un G8 agricolo che parlerà di sicurezza alimentare, della fame del mondo e della fluttuazione dei prezzi sul mercato quello in programma dal 18 al 20 aprile in Veneto a Cison
di Valmarino (Treviso). Lo ha annunciato il Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Luca Zaia, presentando i temi del prossimo incontro dei Ministri dell’agricoltura.

Nel corso della Riunione- ha spiegato il Ministro Zaia – saranno individuate le linee guida per lo sviluppo delle politiche agricole da presentare al Vertice G8: “Siamo chiamati a preparare un
manifesto, in cui gli Stati e i grandi organismi si possano riconoscere nella lotta alla fame del mondo, nell’impegno per la sicurezza alimentare e contro la volatilità dei prezzi
agricoli, per la difesa delle identità produttive”.

Questo G8 – ha detto Zaia – parlerà moltissimo di speculazione e degli effetti che ha avuto sulla fame nel mondo: “La crisi ha pesato molto sulla fase di gestazione di questo incontro,
perché ha cambiato profondamente gli equilibri dell’economia mondiale. L’agricoltura può essere il volano da cui ripartire per superare questa crisi, nata in ambiti lontanissimi
dal settore primario”.

La macchina organizzativa è pronta ad accogliere le delegazioni dei Paesi e delle organizzazioni internazionali che parteciperanno al primo Vertice sull’agricoltura: per la
specificità della tematica trattata, infatti, la discussione vedrà coinvolti Paesi e organismi internazionali che sono protagonisti dell’agricoltura mondiale.

Oltre ai Ministri dei Paesi G8 (Italia, Canada, Federazione Russa, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti d’America), parteciperà anche la Commissaria UE all’agricoltura
Mariann Fischer Boel, il Vice Ministro dell’Agricoltura della Repubblica Ceca, in qualità di Capo Delegazione della Presidenza Ceca dell’UE, e i Ministri dell’agricoltura di: Brasile,
Cina, India, Messico, Sud Africa e Argentina, Australia ed Egitto. Invitati a partecipare anche i vertici di Banca Mondiale, FAO, IFAD (Fondo internazionale per lo Sviluppo Agricolo), OCSE,
PAM, Task Force di Alto Livello sulla sicurezza alimentare mondiale e Unione Africana.

Per raccontare questa tre giorni di lavoro, si sono accreditati 450 giornalisti provenienti da ogni parte del mondo.

Leggi Anche
Scrivi un commento