Frutta e verdura: i vegetali contro il rischio ictus

Frutta e verdura: i vegetali contro il rischio ictus

 

Micronutrienti e fibra senza innalzare il fabbisogno energetico complessivo

frutta e verduraPer tutelare la propria salute, è bene fare scelte precise a tavola: meno alimenti d’origine animale, e meno proteine e grassi e più alimenti d’origine vegetale, come frutta e verdura, ricchi di micronutrienti e fibre. Così facendo, si riduce il pericolo ictus.

Questo il consiglio derivato da una ricerca del Qingdao Municipal Hospital e della Università di Qingdao, diretta dal dottor Yan Qu e pubblicata su “Stroke”.

Il medico ed i suoi collaboratori hanno lavorato su 20 studi, tutti realizzati negli ultimi anni e basati su volontari americani, europei ed asiatici: un totale di 760.629 persone di entrambi i sessi, di cui 16.981 erano state vittime di un ictus.

Il team di Quingdao ha preso in esame la dieta dei soggetti, il loro stato di salute (livelli di colesterolo, pressione sanguigna e massa corporea) e le abitudini di vita, come uso di tabacco od alcolici.

In generale, l’incrocio dei dati ha mostrato come il consumo di frutta e verdura sia molto basso, sopratutto per gli individui a medio-basso reddito. Questo è un danno, in quanto il consumo di vegetali riduce nettamente la possibilità di ictus: meno 32% per ogni 200 grammi di frutta consumati al giorno.

Secondo il capo-ricercatore, in realtà il consumo di frutta e verdura porta benefici ad ampio raggio: riduzione della pressione sanguigna, miglioramento della funzione microvascolare, riduzione del peso.

In conclusione, per il dottor Qu “Migliorare la dieta e lo stile di vita è fondamentale per la riduzione del rischio di infarto e ictus nella popolazione generale”: perciò, il medico consiglia “Una dieta ricca di frutta e verdura”, con fibre e micronutrienti, da abbinare alla riduzione di alimenti ricchi di grassi e proteine.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento